Aurelio Andreazzoli: "Possiamo fare bene a Cagliari"

19.09.2019 14:28 di Franco Avanzini   Vedi letture

Il tecnico del Genoa Aurelio Andreazzoli ha parlato al Centro Sportivo Signorini prima della gara che la sua squadra giocherà domani sera contro il Cagliari alle ore 20.45 alla Sardegna Arena, anticipo della quarta giornata di andata. Questi i concetti espressi dall'allenatore rossoblu.

"Amarezza di domenica scorsa c'è stata ma occorre analizzare in maniera oggettiva la prestazione e il complesso, e per questo sono rimasto soddisfatto. Anche i numeri dicono che abbiamo pareggiato la gara con l'Atalanta e sotto alcuni aspetti l'abbiamo superata come sulla prestazione di alta velocità. I ragazzi sono andati oltre le mie aspettative, li ho ringraziati per questo. Dobbiamo cercare di battere chiunque,  dobbiamo costruire la mentalità vincente"

"Schone e Radovanovic sono complementari, siamo contenti di quello che fanno anche se possono migliorare come tutti. La strada percorsa è corta ancora"

"Quando parlo di oggettività parlo del mio ruolo. Andare verso l'oggettività e verificare le cose sarebbe opportuno per uno studio meno superficiali. Ghiglione e Barreca hanno fatto crossare poco gli avversari. Anche noi siamo stati limitati"

"È stata una necessità mettere Radovanovic vicino a Schone a causa dell'infortunio di Saponara. È una coppia che ci sta tutta"

"Il 4-3-1-2 è venuta fuoribfomenica ad un certo punto e ci alleneremo su quel modulo. Poi ci sono pure gli avversar"

"Insidie domani al cospetto di una squadra all'interno di un campionato complicato. Ci sono gare molto intense e chi si contrappone non sta a guardare. Tutte le gare devono essere interpretate al massimo, quest'anno ancora di più. Anche le piccole vogliono giocare il calcio e l'asticella si alza. Nessuno si può permettere il sotto tono,sennò paghi. Insidie a Cagliari sono identiche a quelle che troverà loro con noi"

"Terrò conto delle tre gare in dieci giorni. Abbiamo un gruppo soddisfatto anche se un tantino numeroso e cerchiamo di gestirlo. Massima fiducia in tutti i giocatori della rosa. Tutti potrebbero partecipare e qui di noi andremo in quella direzione. Importante il gruppo che deve tirare tutto per lo stesso scopo con la consapevolezza di non snaturare la squadra"

"Nessun problema di ordine fisico. Abbiamo fatto attenzione su quello che dovevamo fare. Gli errori li commettiamo tutti e dobbiamo metterli in bilancio"

"Sturaro sta proseguendo bene la sua riabilitazione ma non posso dire quando sarà recuperato"

"Saponara è stato bravo l'altra sera, ha fatto quello che chiedevo. È disponibile come tutti gli altri. Le sensazioni sono buone e ci aiutano a fare le scelte"

"Nel finale di gara contro la Dea abbiamo cercato di vincere e poi abbiamo preso un gol con sei giocatori sotto palla e due centrocampisti di rinforzo contro quattro. La mentalità deve essere vincente. Non vuol dire nulla aver perso un punto,  capiterà di nuovo. Dobbiamo sempre cercare i tre punti. Le tre gare ci hanno soddisfatto e questo aspetto va incrementato. Anche io avrei barattato la sconfitta con un pari"

"Di arbitri non ne parlo, il loro lavoro è molto difficile e quindi facile sbagliare. Massima stima nei loro confronti e so che possono sbagliare. Non è facile tenere sotto controllo i giocatori che vanno cento all'ora"

"Abbiamo possibilità come gli altri pure Favilli. Adesso ha completato un percorso e si è dato molto da fare. Adesso è nella condizione di dare il suo contributo, se non avessi deciso di cambiare modulo sarebbe entrato anche domenica scorsa"