Coppa Italia, una gara da non sbagliare

05.12.2018 10:35 di Franco Avanzini articolo letto 216 volte

Un'occasione troppo importante per sprecarla. Battere la Virtus Entella nel quarto turno domani non significherà solamente un passo avanti nel tabellone della manifestazione nazionale. Il successo potrebbe in un sol colpo riportare un po' di sole tra le nuvole che si sono addensate in questo ultimo periodo sulla testa del Grifone. Nuvole scure ma ancora non nere, di quelle che promettono pioggia ma non sempre la regalano.

Inoltre sarà una gara importante per mister Juric: il tecnico di fatto ha due partite per riabilitarsi, per mettere in cascina due vittorie. Da qui non si scappa troppo. Entella prima e Spal dopo potrebbero finalmente regalare un paio di timidi sorrisi al tecnico croato. Certo non risolverebbero tutto, i problemi resterebbero ma almeno per una settimana si potrebbe parlare un po' meno di nuovi tecnici all'orizzonte in arrivo o in procinto di arrivare e un po' di più di campo. 

Di certo domani sera, ore 18 al Ferraris, nel derby ligure, Juric si affiderà presumibilmente alle seconde linee ad eccezione di pochi titolari. Bessa e Romulo, ad esempio, squalificati per il campionato, dovrebbero far parte dell'undici iniziale poi spazio a chi ha giocato meno in questa porzione di campionato. Mancherà presumibilmente Mazzitelli che era uscito anzitempo dal campo di allenamento nella seduta di ieri e difficilmente sarà recuperato. 

C'è attesa, ansia ma anche speranza tra i tifosi. Arrivare al tabellone principale di Coppa Italia non sarà importante tanto per l'obiettivo raggiunto, ma soprattutto per un successo assente dalla gara esterna contro il Frosinone che potrebbe dare slancio anche alla successiva partita (ben più importante) contro la Spal. Attenzione però a non sottovalutare la Virtus Entella; sarà importante ricordarsi di quanto, qualche stagione fa, combinò l'Alessandria proprio al Ferraris estromettendo dalla manifestazione i rossoblu. Prendere la formazione dalla casacca simile a quella dell'Argentina sarebbe un peccato gravissimo che potrebbe avere ripercussioni davvero deleterie per Piatek e soci.