Davide Biraschi: "Riscatto, parola d'ordine per la prossima stagione"

 di Franco Avanzini articolo letto 290 volte

Poche le vacanze per Davide Biraschi, una settimana o poco più. Tanta corsa, voglia di fare anche a Neustift, dopo l'Europeo a cui ha partecipato con l'Under 21 italiana. Al sito ufficiale genoacfc.it, ha rilasciato alcune battute sulla stagione che sta andando a cominciare e su questi primi giorni di ritiro.

"La prossima stagione deve esser per noi quella del riscatto. Avevo troppa voglia di riprendere la preparazione. Credo che abbiamo le possibilità di disputare un buon torneo. I nuovi arrivati si stanno inserendo bene all'interno del gruppo. Vedo un bel mix di esplosività, di velocità e di forza fisica. E lo si nota guardando la struttura fisica di Zukanovic, Spolli e Galabinov. Sono certo che sulle palle inattive saremo molto competitivi".

Sul suo ruolo preferito ammette: "Sinceramente mi trovo meglio in una difesa a tre perchè ciò mi permette di poter spingere ed essere maggiormente aggressivo sull'avversario. Penso poi che la caratteristica principale che si debba avere vestendo questa maglia così gloriosa sia l'attaccamento alla maglia. Quando ti leghi ad una squadra in questa maniera, finisci per forza nel dare qualcosa in più".

Biraschi quindi parla della Nord: "Nei momenti difficili che abbiamo passato lo scorso anno ci ha dato davvero una grande mano. Giocare din anzi a quei tifosi, per questo club, è davvero una bella responsabilità ma pure un grande orgoglio". Il difensore ex Avellino si sofferma quindi sul mister: "Con mister Juric mi trovo benissimo. Gli devo molto visto che è stato lui a volermi qui. Forse ha intravisto in me quelle caratteristiche che aveva lui da giocatore. Era uno che non mollava mai".

Chiusura d'obbligo sulla maglia Azzurra. "Il ciclo con l'Under 21 è terminato. Come ogni giocatore il sogno diventa quello di indossare la maglia della Nazionale maggiore. Io terrò sempre i piedi per terra e lavorerò sempre duramente. I miei sogni passano di qua e da ciò che saprò fare per dimostrare a tutti di sapermela meritare"