Ervin Zukanovic da Neustift: "Mi piace giocare palla a terra""

IL difensore Zukanovic ha parlato ai microfoni dei colleghi presenti in ritiro esaltando la località che li ospita per l'ennesima estate
15.07.2019 13:30 di Franco Avanzini   Vedi letture

Ervin Zukanovic, roccioso difensore del Genoa, ha parlato ai microfoni dei giornalisti presenti nel ritiro di Neustift in Val Stubai dove la squadra sta effettuando la preparazione estiva. Il giocatore ha parlato subito dell'attuale ritiro genoano: "Stiamo lavorando alacremente tutti i giorni e la situazione è al momento positiva. Qui si sta bene, io sono al terzo ritiro e la zona è sicuramente molto bella e noi possiamo preparaci al meglio visto il clima ottimale. Adesso dovremo crescere fisicamente augurandoci che non arrivino infortuni di sorta".

Allenamenti col pallone, quelli prediletti dal neo tecnico Andreazzoli: "Positiva questa situazione. Lo scorso anno è mancato un po' questa situazione. E' evidente che quando arriva un nuovo allenatore questi porta le sue idee e i suoi concetti di calcio. Noi dobbiamo solamente seguirlo. Poi con questi tifosi sempre presenti non possiamo che non giocare in questa maniera". 

La manovra viene imposta direttamente dalla difesa: "A me piace questo tipo di gioco perché è nelle mie corde". Sono arrivati molti ragazzi nuovi: "Siamo abituati noi vecchi ad accoglierli. L'importante è che chi arriva abbia fame e voglia di crescere". L'importanza di Romero per la difesa: "Ha grande margine di crescita, è forte; ha potenzialità enormi". Concorrenza aumentata con l'arrivo di Zapata in difesa: "La concorrenza è importante e fa bene; senza non si va da nessuna parte. Esistendo la concorrenza si è portati tutti a dare il massimo".

Zennaro ha detto che prende molti consigli da te: "I giovani vanno aiutati a crescere. Tutti dobbiamo avere un unico obiettivo che è quello di far bene per la squadra". Voglia di riscatto dopo la deludente scorsa stagione: "Abbiamo sofferto tanto lo scorso anno; abbiamo avuto anche un po' di fortuna. Dobbiamo adesso trovare la giusta mentalità pensando che ogni gara può valere la salvezza. Dovremo stare attenti, quando abbiamo giocato e vinto contro grandi squadre come Lazio e Juventus poi, la domenica successiva siamo calati. Vuol dire che in noi non era presente la mentalità giusta. Adesso dobbiamo giocare ogni gara senza pensare a quella precedente".