Ervin Zukanovic: "La tifoseria genoana sa come farci sentire importanti"

 di Franco Avanzini articolo letto 380 volte

Ervin Zukanovic è uno dei nuovi acquisti del Grifone per la stagione 2017/2018 e ha parlato al sito ufficiale genoacfc.it. Arrivato dalla Roma, il difensore ha subito spiegato come in ritiro un pizzico di spensieratezza sia sempre la benvenuta.

“La spensieratezza aiuta sempre a superare la stanchezza. Ho voluto fortemente arrivare al Genoa, è stata la proposta più convincente che mi si sia stata presentata. Qui trovo una tifoseria importante, che fa sentire importante ogni giocatore che veste questa maglia e io avevo bisogno di un club così”.

Sull'attuale ritiro ammette: “Ho trovato un gruppo con grande spirito di collaborazione e anche un allenatore come Juric molto motivato. Il nostro modo di porci in campo molto aggressivo è merito suo. Con il tecnico ho parlato e mi ha spiegato cosa vuole da me. Lo ringrazio per avermi richiesto”.

Una curiosità. “Tutti mi chiamano Zuka che è il mio soprannome, solamente i miei genitori in Bosnia mi chiamano Ervin”. Genova doveva nuovamente esser presente nella sua vita. “Conosco il derby, ho giocato solo qualche mese con la Sampdoria, ho pure segnato al Genoa. Posso dire che tutte le strade per quanto mi riguarda portano a questa città dalla conformazione particolare. Mi è piaciuto tantissimo l'ingresso a Villa Rostan con quegli affreschi”.

Quindi qualche parola Zukanovic l'ha spesa presentandosi: “Sono scappato da bambino dal mio paese a causa della guerra. Ho vissuto esperienze non facili da raccontare ma che mi hanno aiutato a crescere. Calcisticamente mi piace calciare le punizioni, in una stagione ho segnato anche 7 reti. Mi piace provare a scavalcare la barriera con il sinistro e metterla sul primo palo”.