Genoa, Bologna tappa importante per il futuro

08.02.2019 12:12 di Franco Avanzini   Vedi letture

Prossima tappa Bologna. Per il Genoa sarà una tappa importante, magari non decisiva ma sicuramente importante. Tornare a casa dalla città posta sulla via Emilia con almeno un punto in saccoccia sarebbe davvero importante. Intanto si manterrebbero i felsinei a distanza di sicurezza, si allungherebbe sull'Empoli che ieri ha perso contro la Lazio e si potrebbe guardare alla gara interna successiva proprio contro i romani con una maggiore tranquillità.

Nell'amichevole di ieri contro il Sant'Olcese Campomorone la difesa titolare, quella della ripresa, giusto per capirsi, ha visto Gunter in sostituzione dello squalificato Romero con Zukanovic al suo fianco. Sarà così anche al Dall'Ara? Le indicazioni direbbero questo. D'altra parte le alternative non mancherebbero come ad esempio portare al centro della retroguardia capitan Criscito e inserendo Pezzella sulla sinistra.

Oscar Hiljemark e Luca Mazzitelli a parte che sono ai box, il primo per tutta la stagione, qualche problema ha avuto in settimana Danel Bessa. Il metronomo della squadra di mister Cesare Prandelli è assolutamente in dubbio. Anche nella giornata di giovedì ha lavorato a parte, correndo lungo la linea laterale del campo seguito dal preparatore atletico. Questo suo allenamento è stato definito un lavoro differenziato programmato. Resta il dubbio, grande, che la sua presenza sul prato verde emiliano sia davvero molto, ma molto, in dubbio.

Così ieri in mezzo hanno partecipato alla manovra i nuovi Radovanovic e Lerager oltre al rientrante Rolon che ha scontato il turno di squalifica; davanti Lazovic e Kouamé ai lati e Sanabria in centro. Resta il fatto che a Bologna il Grifone possa realmente quasi mettere un mattoncino magari non definitivo ma sicuramente importate nella corsa salvezza con la speranza che bomber Sanabria possa continuare a segnare per entrare sempre piùnei cuori dei sostenitori genoani.