Genoa, il centrocampo: si cerca la velocità

10.01.2018 10:20 di Franco Avanzini articolo letto 618 volte

Il centrocampo del Genoa non sta passando un gran momento. Mancano elementi capaci di inserirsi in area di rigore. Anzi, probabilmente uno ci sarebbe, Luca Rigoni, ma ultimamente non riesce più ad arrivare con lucidità dalle parti dei portieri avversari. La zona mediana del campo resta un po' incompiuto da quando non c'è più Rincon.

Un giocatore del genere deve ancora tornare a vestire il rossoblu, trovarlo anche in questa sessione di mercato invernale non sarà semplice. In mezzo al campo i piedi buoni non mancano certamente, Veloso e Bertolacci danno del tu alla sfera anche se talvolta finiscono, soprattutto il portoghese, per non riuscire a regalare il cambio di passo alla squadra genoana.

Da dire però, in positivo, che i centrocampisti si sfiancano molto in fase difensiva cercando di fronteggiare al meglio le avanzate dei giocatori avversari. Veloso, ad esempio, è diventato più un elemento di "distruzione" del gioco altrui più che di costruzione del proprio.

Certo mancano le reti di questi elementi, non è pensabile infatti che a segnare siano solamente gli attaccanti; qualche reti anche i centrocampisti dovranno pur farli. Probabilmente uno dei compiti prossimi di mister Ballardini sarà proprio quello di cominciare a guardare oltre la fase difensiva e pensare pure a quella offensiva con gli inserimenti dei centrocampisti.

La votazione di questa parte di stagione ovviamente non può essere che sufficiente, non di più. Creare il gioco, saltare l'uomo (soprattutto sulle fasce) saranno priorità importanti per proseguire sulla strada intrapresa da otto gare e possibilmente migliorare lo score dei giocatori che bazzicano in questa parte del campo.