Genoa, Lasse Schone il genio del centrocampo che non sbaglia un colpo

Un giocatore su tutti nella gara di Coppa Italia contro l'Imolese che ha portato il Genoa al quarto turno della manifestazione nazionale, è Lasse Schone
17.08.2019 09:55 di Franco Avanzini   Vedi letture

La prima del Genoa è andata in maniera perfetta: vittoria in scioltezza sull'Imolese con relativo passaggio al quarto turno di Coppa Italia dove affronterà la vincente della sfida ra l'Ascoli e il Trapani; pubblico che ha sostenuto la squadra per tutti i novanta minuti di gara, impianto sportivo di Chiavari ed Entella che hanno ospitato egregiamente questa sfida e perché no pure un plauso ai tifosi emiliani che hanno incitato la loro formazione sino all'ultimo nonostante una gara mai in discussione a favore del Grifone ligure. 

Evidentemente però il giocatore che ha impressionato un po' tutti è stato il danese Lasse Schone.In mezzo al campo non ha sbagliato un passaggio, illuminando la scena con la punizione che ha chiuso definitivamente la partita e ha messo il sigillo ufficiale sul passaggio del turno. Per trovare l'unico errore del centrocampista si è arrivati sino al 68esimo di gara, un passaggio errato che invece che un compagno ha mandato la sfera ad un avversario. Poi una magistrale punizione ch ha impreziosito la sua prestazione.

Di certo erano anni che la zona nevralgica del campo del Grifone non aveva un elemento di questo grande spessore. Un artista del pallone con aperture precise, senso della posizione e un capacità di sostenere la partita senza mai abbassare il proprio ritmo. Magari non un corridore vero e proprio, più che l'uomo in questi frangenti a correre è il pallone che poi è la cosa più logica che debba accadere all'interno di un rettangolo di gioco. 

Poi ad un certo punto della sfida il tecnico Andreazzoli ha deciso di toglierlo dal campo per sostituirlo con Romulo. E il danese si è preso così la standing ovation da parte di tutto il pubblico che lo ha acclamato a viva voce. E lui non si è fatto pregare facendo di fatto il giro del campo salutando un po' tutti. Anche questo è stato un bel segno per un giocatore che certamente  è già entrato nel cuore dei tifosi rossoblu.