Genoa, lavori in corso

08.07.2018 12:33 di Franco Avanzini articolo letto 860 volte

Il calciomercato fa parlare, discutere, anche arrabbiare ma resta l'argomento preferito sotto gli ombrellini nelle domeniche estive. Questo o quel giocatore trattato, acquistato o solamente sognato, ogni tifoseria spera nel meglio per la propria squadra. E naturalmente non fa eccezione quello del Genoa che, ad ogni tornata, sia estiva che invernale, trema nel temere la partenza degli elementi più importanti. Poi, che capiti o meno, la squadra viene rinforzata puntualmente (o almeno ci si prova) e l'unica cosa che per la tifoseria conti sono quelle maglie rossoblu sul prato verde del Ferraris.

Quest'anno, anche a causa della situazione dovuta ai diritti televisivi, la macchina si è messa in moto in ritardo. Ma, anche in questo 2018, non sono mancati i colpi più o meno interessanti. Il centrocampo soprattutto si sta rinforzando a dovere. Sandro, Mazzitelli, Romulo, tutti elementi che possono aiutare, eccome, la squadra di mister Davide Ballardini. Poi c'è Callegari, giocatore inseguito da più di un anno dalla dirigenza rossoblu e finalmente approdato in Liguria. Una sorpresa? Un futuro crack? Impossibile dirlo adesso ma la nomea con cui è giunto fanno davvero ben sperare. E probabilmente tornerà Bertolacci che nel tecnico ha un grande estimatore. 

A questo punto, salvo sorprese dell'ultimo momento, si dovrà guardare alla fase offensiva che lo scorso anno fu il vero e proprio tallone d'Achille di questa squadra. Galabinov dovrebbe lasciare la squadra (Frosinone?), Piatek e Asencio sono giovani interessanti ma tutti da scoprire nella massima serie. Kouamè è certamente bravo ma anche in questo caso mai ha giocato in Serie A e lo stesso Spinelli di cui si parla ultimamente è tutto da scoprire. Resta Lapadula che, visto al pre ritiro, appare davvero tirato a lucido e pronto a far vedere realmente le proprie capacità e chissà che in questa stagione non torni a segnare in maniera continuativa rinverdendo i fasti di Pescara.

Infine la difesa che ha in Criscito il punto di forza (ma potrebbe anche giocare da esterno di centrocampo) oltre ai riconfermati Zukanovic, Spolli e Biraschi (salvo richieste impossibili da rifiutare), con El Yamiq da valutare, oltre a Gunter giunto dalla Turchia e tre nuovi portieri (Marchetti, Radu e Vodisek) oltre al quarto Russo di cui si parla un gran bene. 

Insomma manca oltre un mese alla conclusione delle trattative e il Genoa ha già composto parte della futura rosa ma i lavori proseguiranno per cercare di creare una compagine adatta alla prossima Serie A, con qualche ambizione in più della semplice salvezza ottenuta nelle ultime giornate. I tifosi meritano, per attaccamento, a qualche soddisfazione maggiore.