Genoa, lotta salvezza complicata, oggi la ripresa

13.05.2019 11:00 di Franco Avanzini   Vedi letture

La corsa alla salvezza per il Genoa si è complicata non poco dopo il successo dell'Empoli contro la Sampdoria, in quella che è stata la prima volta in trasferta in questo campionato, per la formazione toscana. Il Grifone sulla carta ha due gare non impossibili da qui alla fine del torneo. Sabato alle ore 18 arriverà il Cagliari mentre la settimana seguente sarà di scena al Franchi contro la Fiorentina. Teoricamente gli impegni della squadra di mister Andreazzoli sono invece alquanto ostici dovendo affrontare il Torino e l'Inter, squadre in piena corsa Europa. 

In casa rossoblu si guarda però alla gara contro il Cagliari con una certa preoccupazione perché i sardi ancora non sono totalmente salvi e anche perché, come al solito, l'attacco proprio non gira. Dopo il successo contro la Juventus infatti la formazione ligure ha realizzato solamente 4 reti. Un bottino magrissimo tenendo presente che il Chievo, ultimo in graduatoria, nello stesso periodo ha realizzato gli stessi gol ma con una gara in meno (quella di stasera contro l'Inter). 

Dei quattro gol uno l'ha segnato Lazovic (a Napoli), uno Lapadula (a Ferrara), uno Romero (alla Roma) e l'ultimo di Pandev, ininfluente, all'Atalanta nella gara di sabato scorso. Terribilmente assenti nel tabellino dei marcatori Kouamé (non segna dalla gara di Empoli del 27 gennaio scorso) e Sanabria che ha messo il pallone in fondo al sacco per l'ultima volta contro la Lazio il 17 febbraio. E Kouamé (con Pandev) è il capocannoniere di questa formazione con solamente quattro gol. Davvero una situazione non semplice tenendo presente che contro Cagliari (soprattutto) e Fiorentina occorrerà il pallone metterlo assolutamente alle spalle del portiere.

E la difesa? Da otto partite prende sempre gol, casualmente l'ultima volta che è rimasta imbattuta è stata contro a Juventus. Da quel giorno Radu ha sempre dovuto raccogliere almeno un pallone in fondo al sacco. E domenica giungerà una formazione, quella sarda, che può contare su un bomber di razza come Pavoletti ma anche altri elementi capaci di segnare (Joao Pedro ad esempio). Cagliari cui basterà di fatto un punto per essere tranquillo e che di certo proverà a prenderselo direttamente al Ferraris.

Da oggi al Centro Sportivo Signorini il Genoa tornerà al lavoro in vista di una gara più che importante in una settimana che non sarà di passione ma quasi. Per l'ennesima volta il Grifone dovrà lottare sino all'ultimo per riuscire a mantenere la categoria.