Genoa: poker di presentazioni

07.07.2018 12:45 di GianPiero Gallotti articolo letto 1090 volte

Sono ben quattro i giocatori che il Genoa ha presentato alla stampa nella tarda mattinata odierna.

Nella sala conferenze di Villa Rostan sono infatti stati presentati Radu, Vodisek e Lakicevic, oltre all'ultimo arrivato Mazzitelli.

A fare gli onori di casa il DG del Grifone Giorgio Perinetti, coadiuvato da Lazovic nelle vesti di interprete, che ha introdotto i quattro giocatori in questione.

Queste le loro parole:

 

Perinetti:

Stiamo cercando di dare un assetto a questa squadra. Puntiamo su giocatori forti tecnicamente e con grandi ambizioni.

Questi ragazzi sono quindi stati scelti per le loro qualità.

 

Radu:

Penso ad allenarmi bene per farmi trovare pronto quando verrà il mio momento.

Sono contento di essere qui con Asencio col quale ho giocato lo scorso anno.

Io devo lavorare sempre al massimo e darò sempre tutto perché non dimentico il perché ho lasciato la mia casa.

Esperienza ad Avellino è stata importante. 

Il mio idolo è De Gea, al quale mi ispiro.

 

Vodisek:

È un sogno per me giocare in Serie A. Voglio ringraziare il Presidente che mi ha portato qua e spero di fare bene.

Handanovic è uno dei portieri più forti del mondo e per me è un esempio.

Devo imparare da un giocatore forte come Marchetti ma anche da Radu che ha già una buona esperienza. 

Tutti insieme penso che possiamo fare bene.

Mi trovo bene in un bel gruppo.

 

Lakicevic:

Mi piace Genova e l'Italia. 

Sono un terzino destro. Do' sempre il massimo in campo e sono abituato a fare tutta la fascia. 

Sono contento di essere qui e voglio dimostrare di poter stare in Serie A. 

 

Mazzitelli:

Era destino arrivassi qui.

Sono molto contento e ringrazio il Presidente che mi ha voluto portare in una squadra di grandi tradizioni come il Genoa.

La scelta è stata quindi facilissima. Quando mi è stato proposto di venire qui ho accettato subito.

Posso giocare in più ruoli a centrocampo. Deciderà poi il Mister, che mi ha accolto bene, come utilizzarmi.

Il ruolo di centrocampista è uno dei più complicati e sono contento di avere dei grandi giocatori come compagni dai quali poter imparare .

Mi definisco un centrocampista di gamba e con buona tecnica, ma poi sarà il campo a mostrarmi.

 

Gip