Kouamé: "Napoli forte ma il calcio è strano"

08.11.2018 13:05 di Franco Avanzini articolo letto 159 volte

Piatek è il giocatore simbolo per Genoa per i suoi gol fatti, capo-cannoniere in Italia con 9 reti ma sicuramente anche Kouamé, pur non segnando con la stessa costanza, si sta mettendo in grande evidenza nel maggiore campionato del nostro paese dopo l'avventura in Serie B con il Cittadella. Ieri il giocatore non si è allenato con la squadra a Pegli ma il motivo non era un infortunio bensì una cosa assolutamente meno grave: "Ho preso la patente passando l'esame a Cittadella". Ha spiega l'attaccante al sito ufficiale della società genoacfc.it

Tra le belle notizie anche la nascita del figlio qualche settimana fa: "E' la mia gioia - dice - Se la passa benone". Ovvio che si parli però anche della prossima gara, quella che il Genoa disputerà sabato sera (ore 20.30, stadio Ferraris) contro il Napoli, una squadra lanciatissima non solo in Italia ma anche in Champions League: "Conosciamo forze e valore dei nostri prossimi avversari. Non hanno quasi punti deboli. Dovremo esser bravi a sfruttare le poche occasioni che ci capiteranno. Tutti bravi i loro giocatori, in ogni reparto. In avanti sanno fare male e possono farlo in ogni momento. Le partite però partono tutte uguali, dallo zero a zero e il calcio insegna che spesso le soprese possono arrivare".