L'a.d. Zarbano: "Facciamo chiarezza sulla situazione Genoa"

 di Franco Avanzini articolo letto 991 volte

Alessandro Zarbano, amministratore delegato del Genoa, intervenuto alla presentazione del nuovo direttore generale del Genoa Giorgio Perinetti, ha parlato sulla situazione finanziaria della società del presidente Enrico Preziosi. "Intanto l'arrivo di Perinetti significa che la società non sta smantellando ma vuole al contrario rafforzarsi. Per quanto riguarda la vendita societaria abbiamo dato incarico a Deloitte per trovare il giusto acquirente e nomineremo un advisor per procedere al processo di cessione della stessa. Non è un momento di disarmo questo e siamo pronti ad aprire le porte a chiunque. Il presidente Preziosi ha fatto molti sacrifici in questi ultimi anni e ha sempre messo prima l'interesse del Genoa rispetto al proprio".

Ed eccoci al capitolo debiti finanziari della società Genoacfc: "Ho letto e sentito molte cose su giornali e televisioni. Voglio a questo punto fare chiarezza - prosegue l'a.d. Zarbano - I debiti al 31 agosto scorso sono valutabili in 85 milioni di euro comprensivi dei riscatti futuri di alcuni giocatori come Lapadula e altri valutabili in 14,5 milioni di euro".

Sugli stipendi, l'amministratore delegato rossoblu spiega: "Siamo al livello delle altre squadre. Abbiamo pagato agosto; siamo indietro di un mese. Situazione fisiologica come capita, ripeto, pure in altre società". Sulla cessione: "Il presidente Preziosi cerca una persona o un gruppo affidabile. Stiamo consolidando la società, non stiamo smantellandola".