Mondiali 2018, domani l'avvio

13.06.2018 10:05 di Franco Avanzini articolo letto 187 volte

Diciamo la verità: il Mondiale 2018 senza l'Italia attrae davvero poco. Manca il pathos dell'attesa, mancano le solite diatribe su chi giocherà oppure su chi non scenderà in campo; manca insomma l'attesa nel vedere in campo l'Azzurro italiano. E' andata così, in Russia è andata la Svezia e, per la Nazionale attualmente capitanata dal commissario tecnico Roberto Mancini, ci saranno solamente gli schermi televisivi da spettatori.

Due genoani in campo, Diego Laxalt per l'Uruguay e Oscar Hjliemark proprio per la Svezia. Le solite squadre favorite: Brasile, Germania, Spagna e Argentina. Le probabili sorprese come come potrebbe essere il Belgio oppure la Polonia; non mancheranno le delusioni naturalmente. E ovviamente occhi puntati sui giocatori che potranno esaltarsi in questo mese Mundial con qualche "affare" possibile.

Anche per questo i dirigenti delle varie squadre di calcio puntano lo sguardo ad Est con la speranza che esca qualche elemento da inserire nelle varie rose. Lo faranno anche il d.g. Perinetti ed i suoi fidi scudieri per il Genoa, attendendo magari di poter scovare un futuro prossimo crac per la prossima stagione agonistica.

Nel frattempo, in Italia, televisori accesi sul Mondiale 2018 con la passione di sempre ma anche con la delusione per non poter assistere, gioire e magari anche innervosirsi per quei colori Azzurri che mancheranno davvero tanto sul palcoscenico più bello del mondo nel gioco più intrigante del globo.