Skuhravy ad AntennaBlu: "Al Genoa manca un giocatore alla Bortolazzi"

Skuhravy ad AntennaBlu: "Al Genoa manca un giocatore alla Bortolazzi". Quelli che il Genoa, AntennaBlu. Genoa-Oviedo, tifosi, Criscito, Braglia, Bortolazzi.
04.10.2019 11:00 di Gregorio Spigno   Vedi letture
Fonte: AntennaBlu

Thomas Skuhravy, nella serata di ieri, ha fatto il punto sull’andamento del Grifone in campionato, ai microfoni di “Quelli che il Genoa”, nuovo programma a tinte rossoblù condotto da Matteo Angeli su AntennaBlu. Tanti i temi toccati dall’ex bomber genoano, partito con un ricordo legato a quel Genoa-Oviedo di 28 anni fa esatti: “quando il tifoso è dalla tua parte, puoi fare qualsiasi cosa. Quella sera è stata la prima volta in cui ho sentito la terra tremare, i tifosi mi hanno aiutato a spingere il pallone in rete, sono unici. Eravamo una grande squadra: un bel gruppo e un grande allenatore. Ancora oggi ci sentiamo, spesso mi vedo con Braglia e Bortolazzi”.

Poi, tornando all’attualità, l’attaccante ceco la pensa così: “Si è abbassato il livello. Non solo nel Genoa, ma proprio in generale nel calcio italiano. Se, da tifoso, vado allo stadio, non mi diverto: è difficile se in 90’ non vedi nemmeno un tiro in porta. Oggi si gioca poco in verticale, ai miei tempi io tiravo anche 7 volte verso la porta, e facevo arrabbiare il mister. Però come puoi segnare se non tiri? Contro il Bologna ho visto male la squadra, e la mia impressione è stata confermata anche dalla partita con la Lazio; ok perdere, ma 4 gol…”.

“Non so cosa stia succedendo, ma il livello è veramente basso. Contro il Bologna, a 20’ dalla fine, i giocatori non ce la facevano più sul piano fisico, è strano. Bisogna comunque rimanere vicini alla squadra aspettando che apra il calciomercato: per il Genoa ci vorrebbe uno alla Bortolazzi, che verticalizzava e serviva grandi palloni agli attaccanti. Anche in difesa l’unico che per ora sta facendo bene è Mimmo Criscito”. Poi, a fine collegamento, un punto sulla situazione personale: “ora sono tornato qui in Liguria. Abbiamo un progetto di calcio giovanile che partirà il prossimo gennaio. Sono felicissimo di essere tornato a casa.”