Top and Flop Rossoblu, Lerager un centrocampista goleador

11.02.2019 10:30 di Franco Avanzini   Vedi letture

La TOP & FLOP Rossoblu di questa settimana viene esaltata dalla prima rete di Lerager con la maglia del Genoa. Una segnatura che ha portato nelle casse rossoblu un punto dalla difficile trasferta di Bologna contro una compagine rigenerata dal tecnico Sinisa Mihajlovic. Liguri che erano andati sotto a causa di una inzuccata in anticipo su Radu realizzata da Mattia Destro, un ex sempre (o quasi) a segno contro il Grifone. La gara ha messo in evidenza un Genoa capace di far male ma che solo per una ventina di minuti ha dato questa sensazione chiudendosi troppo per il resto della gara e soprattutto rischiando tanto nel finale di sfida quando il Bologna le provava tutte per di trovare il nuovo vantaggio. 

La TOP così riporta tre giocatori, un difensore, un centrocampista e un attaccante che andiamo ora a svelare

DOMENICO CRISCITO: il capitano disputa la solita gara di attenzione e capacità nel ribaltare l'azione. Intelligenti in alcuni interventi difensivi, sfiora anche la rete con un gran tiro al volo dalla lunga distanza nella ripresa. Di certo a quattro mette in mostra le sue migliori capacità dimostrandosi utilissimo alla causa genoana

LUKAS LERAGER: centrocampista tutta sostanza, pochi fronzoli e tanta abnegazione nell'attaccare l'avversario diretto. Può anche sbagliare qualche pallone ma di fatto esce sempre con la casacca colma di sudore. Questa volta è decisivo col gol del pareggio: ottimo lo stacco di testa in anticipo sulla statica difesa felsinea

CHRISTAN KOUAMÉ: la sua velocità mette in apprensione tutta la difesa avversaria. Danilo, nonostante la grande esperienza, spesso si fa beffare dall'intelligenza del giocatore arrivato dal Cittadella. In velocità diventa imprendibile e tatticamente si rende utile nel far salire anche la squadra. Corre davvero come un matto per tutti i 94 minuti di gara

Ed eccoci ai FLOP dopo la partita contro la squadra emiliana. Sono i difensori quelli che entrano in questa parte di classifica

KORAY GUNTER: non giocare da molto tempo lo ha arrugginito. Il giocatore turco-tedesco palesa numerose indecisioni e qualche retropassaggio soprattutto di testa fa venire i brividi a tutto l'ambiente genoano. Nella ripresa migliora un pochino ma non gli basta per arrivare alla sufficienza

ANDREI RADU: sul gol esce a vanvera non chiamando la palla e facendosi beffare da Destro. Non solo quella uscita fa venire i brividi a tutti, ne combina un'altra nella ripresa che non è sfruttata da Edera. Meglio. molto meglio, tra i pali quando salva il risultato con un paio di prodigiosi interventi. La dea bendata poi lo aiuta sulla traversa di Danilo

ERVIN ZUKANOVIC: non malissimo ma certamente il fatto di avere a fianco a se un arrugginito Gunter lo frena parecchio. Non commette grandissimi errori ma sicuramente non appare lucido e soprattutto sicuro lungo tutto l'arco del match