Top and Flop Rossoblu, Zukanovic attento, Sanabria determinante

04.02.2019 10:26 di Franco Avanzini   Vedi letture

La TOP & FLOP Rossoblu di questa settimana si concentra sulla sfida pareggiata dal Genoa contro il Sassuolo per 1 a 1 e sulla seconda rete realizzata da Tony Sanabria. Una gara non certo bellissima, con un primo tempo povero di iniziative ed una ripresa più brillante anche se clamorosamente le due reti sono arrivate nella prima frazione di gioco. Ma eccoci ai TOP della gara contro gli emiliani.

ERVIN ZUKANOVIC: il migliore della difesa; non perde mai di vista gli avversari non concedendogli praticamente nulla. Sicuramente una prestazione di valore che lo mette in risalto dinmostrando che il Genoa ha fatto bene a non lascialo partire per altri lidi 

TONI SANABRIA: un gol anche a Marassi dopo quello di Empoli. Non sarà Piatek ma sicuramente mette in mostra le sue capacità sotto porta. E' un rapinatore non un costruttore di azioni gol. Negli ultimi sedici metri appare davvero interessante anche se probabilmente aprtecipa meno alla manovra rispetto a colui che lo ha preceduto

CRISTIAN ROMERO: peccato per il giallo subito che gli farà saltare la prossima trasferta di campionato a Bologna. Babacar praticamente non tocca biglia e si incarta spesso sulla stessa andando a sbattere contro l'attento difensore argentino. Romero è oramai una certezza, l'unica vera grande scoperta dell'interregno trascorso al Genoa da parte dell'ex Ivan Juric

Ed ecci ai FLOP dopo la partita contro gli emiliani del tecnico Roberto De Zerbi

DAVIDE BIRASCHI:  a quattro non si trova a suo agio. La difesa a tre invece lo metteva nelle condizioni di dare il meglio di se. Sarà anche un po' di stanchezza o chissà che altro ma ultimante Biraschi sbaglia davvero troppo, sia in fase difensiva che di appoggio al centrocampo 

DARKO LAZOVIC: dopo gli otto minuti straordinari di Empoli, Lazovic è tornato al suo standard normale. E questo fa rabbia perché in Toscana ha dimostrato di essere un giocatore capace di inventare colpi da maestro in serie. Spesso si accentrato creando solamente confusione

DANIEL BESSA: nessun passaggio gol come ad Empoli ma un gioco troppo fumoso con tanti errori anche nei passaggi. Una domenica da dimenticare contro avversari, Duncan su tutti, che lo hanno messo alquanto in crisi