Top e Flop Rossoblu: i "soliti noti" tra i migliori

 di Franco Avanzini articolo letto 370 volte

La TOP & FLOP Rossoblu di questa settimana è puntata sulla sfida tra Chievo e Genoa. La trasferta di Verona ha messo in mostra una squadra tonica, capace di reggere sino al 90esimo ed oltre ed anzi è stato proprio nel finale che ha mandato a carte quarantotto le speranze dei clivensi di portarsi a casa un punto. Un goleador che si ripete, Diego Laxalt ma anche un gruppo che ha messo in mostra le positività già espresse a Roma. Nessun giocatore merita di finire nella parte negativa di questa graduatoria. Eccoci dunque ai TOP dopo il match del Bentegodi.

DIEGO LAXALT: ancora una volta è stato decisivo. Dopo Roma ci ha provato ancora di testa anche a Verona non arrivando per poco sul pallone ed allora ha atteso ancora qualche minuto e ha fatto secco Sorrentino con un preciso rasoterra. Gol a parte ha corso per tutta la partita frenando gli avversari e riproponendosi senza soluzione di continuità

GORAN PANDEV: la sua esperienza è stata ancora messa a disposizione del Genoa. Palla al piede difficilmente la perde e ha pure la capacità di vedere i compagni dietro di lui neanche avesse gli occhi dietro la testa. Una seconda giovinezza che avrebbe potuto coronare anche con una rete salvo che la sua conclusione sia stata sporcata tra corpo e volto di Sorrentino con il pallone a terminare a fondo campo

NICOLAS SPOLLI: in difesa è stato perfetto, di testa le ha prese tutte e il suo ritorno, dopo la giornata di squalifica, ha di fatto proseguito nel trend di questo periodo nel quale il Genoa non subisce praticamente nulla. Anche ieri il Chievo non ha praticamente mai tirato in porta e molto del merito è anche il suo che ha saputo comandare la retroguardia al meglio

ANDREA BERTOLACCI: in mezzo al campo ha dettato i tempi rincorrendo Birsa, frenandolo costantemente e non permettendogli mai di rendersi pericoloso. Tre interventi perfetti a chiudere l'avversario ribattendogli i tentativi di cross o di inserimento. Partita precisa in un centrocampo che non ha fatto registrare sbavature