Top e Flop Rossoblu: tris positivo e tris negativo

 di Franco Avanzini articolo letto 533 volte

La TOP & FLOP Rossoblu di questa settimana regala un terzetto tra i giocatori più positivi ma altrettanti anche in quelli negativi. Il successo di Verona che non arrivava da 59 anni ha regalato al Grifone una classifica sicuramente migliore anche se ci sarà ancora molto da lottare. Eccoci dunque ai TOP di serata. 

ARMANDO IZZO: in difesa è davvero un baluardo inespugnabile contro il quale Kean nella ripresa va più volte a sbattere ma anche nel primo tempo nessuno riesce a superare Prestazione davvero sontuosa

ADEL TAARABT: palla al piede non ha eguali per come la tratta. Tecnicamente non ha nulla a che vedere nella lotta per non retrocedere. Alcuni passaggi sono illuminanti e poi ha pure la capacità di aiutare i difensori a sbrogliare le matasse più intricate

NICOLAS SPOLLI: ancora una partita molto positiva per l'ex Catania che dimostra umiltà e ottima attenzione su ogni pallone che vaga nella sua area di rigore. Solo in una circostanza è costretto al fallo subendo il relativo giallo

Eccoci ai FLOP di serata che, diciamolo chiaramente, non hanno certamente "toppato" appieno la gara ma semplicemente non sono apparsi in gran serata

DIEGO LAXALT: patisce un po' Cerci che gioca dalle sue parti, vince qualche contrasto, altri ne perde. Quando va avanti non sempre lo fa in maniera positiva. manca alcuni passaggi che avrebbero potuto regalare chance per gli attaccanti del Grifone

MIGUEL VELOSO: in mezzo al campo subisce la pressione avversaria e nella ripresa soprattutto perde un po' il lume venendo scavalcato dalla velocità del gioco dei veneti. Una prestazione sotto tono, pochi i passaggi fatti con un giusto criterio

LUCA RIGONI: si mangia un gol quasi fatto in contropiede ma, a parte questo errore, non è apparso in serata positiva. A Verona non combina molto, spesso pasticcia e anche qualche passaggio non lo ripaga come forse sperava