The Day After, buona la prima per mister Thiago Motta

Un successo importante che porta in quota di galleggiamento il Genoa ma il primo tempo ha visto la squadra patire molto gli avversari
27.10.2019 08:55 di Franco Avanzini   Vedi letture

Ebbene sì, tre cambi e tre reti. Mai era successo in precedenza al Genoa ma probabilmente in nessuna altra squadra d'Italia. Un piccolo record che sarà a questo punto tutto del Grifone, della società più Antica d'Italia. Agudelo, Pandev e Kouamé erano stati messi in panca, poi sono entrati e.. zac.. ecco le stoccate vincenti. E che stoccate! Tutte reti di primissimo valore, bellissime sia per l'azione ch ha portato al tiro conclusivo che per l'esecuzione dei tre attori. 

Quindi alla fine tutto il popolo genoano ha potuto tirare un sospiro di sollievo per un successo che ha riportato in quota di galleggiamento la squadra in attesa delle gare di domani. Thiago Motta, all'esordio come allenatore di una prima squadra, ha certamente azzeccato i cambi. Forse un po' meno la formazione iniziale. 

Sorpresa Gumus in campo (ma era nell'aria sin dalla convocazione del turno). Il giocatore non ha certo fatto male anche se ovviamente ha dimostrato poca propensione a collaborare coi compagni e ha finito la benzina dopo poco più di un tempo. Anche questo peraltro era ampiamente previsto visto che col Genoa mai aveva saggiato il prato verde del Ferraris (neppure dalla panchina). Poi Radovanovic centrale di difesa nella tre iniziale. Una scommessa o una certezza? Obiettivamente è parso un azzardo soprattutto perché dall'ex Chievo tutto ci si attendeva tranne che vederlo davanti a Radu. Qualche sbavatura c'è stata, qualche pallone corto al compagno pure ma per fortuna i bresciani non hanno approfittato e alla fine tutto è andato per il meglio. 

Chiaro che alla fine siano stati più i meriti che i demeriti di un allenatore che non ha avuto paura a modificare l'impianto di gioco cambiando tre uomini con mezz'ora ancora da giocare. Una scelta che alla fine ha pagato ampiamente se è vero che il Grifone, trascinato come al solito dal suo pubblico, ha dimostrato doti importanti per una rincorsa alla salvezza che è solamente iniziata e che ancora avrà molte tappe da superare. Nella settimana delle tre partite, la prossima appare la più scontata a favore degli avversari. Giocare allo Stadium contro la Juventus non è facile per nessuno ma la truppa di mister Thiago Motta potrà andare in Piemonte giocando tranquillamente. Lo scorso anno questa mossa pagò col pareggio, chissà che quest'anno non si ripeta magari presentando un giovane di belle speranze che faccia impazzire gli avversari. Lo scorso anno toccò a Romero, quest'anno ad Agudelo?