The Day After, carattere e grinta sono tornati

08.04.2019 08:50 di Franco Avanzini   Vedi letture

Ecco il Genoa che non ti aspetti. Grinta, cuore, qualità al San Paolo di Napoli vengono messi in mostra davanti ad un pubblico esigente che resta a bocca aperta perchè non si attendeva un Genoa così pimpante dopo le quattro pappine prese a domicilio dall'Inter. E in effetti non se lo aspettava neppure il tecnico Ancelotti che tutto pensava fuorché trovar grandi difficoltà in attesa della prossima gara di Europa League contro l'Arsenal. A Napoli, diciamolo realmente. credevano di fare una passeggiata, poco più di un allenamento. E invece così non è stato.

Merito di un allenatore come Cesare Prandelli che ha saputo regalare tranquillità ai ragazzi cambiando però qualche elemento nell'undici di partenza. Un turn over che poteva sembrare solo conservativo, di quelli che si fanno contro le compagini molto più forti nelle quali la speranza è solamente quella di non prendere una barcata di reti. Ecco invece che Veloso e Bessa hanno regalato tranquillità e continuità a centrocampo. Il portoghese soprattutto ha dimostrato che non è un ex giocatore ma un elemento assolutamente capace nel prendere in mano una squadra trascinandola sino al risultato finale positivo.

Anche in difesa le cose sono andate per il meglio. Biraschi ha messo tutti a tacere disputando una partita sontuosa, senza pecche e chiudendo laddove ci fosse bisogno. Certo giocare a tre dietro per lui è più che congeniale, praticamente è necessario. Il ragazzo ex Avellino non parla mai a vanvera e preferisce lasciare parlare il campo e così è stato a Napoli. Anche Gunter ha fatto il suo. Molti temevano una debacle per l'ex Galatasaray ed invece il turco-tedesco ha fatto il suo, senza errori ed anzi con la dea bendata che proprio non l'ha voluto premiare quando una sua inzuccata mandava la sfera contro il palo. 

Così la nota negativa resta quella riguardante Stefano Sturaro. Benedetto ragazzo, ma era necessario un intervento del genere nella tre quarti napoletana senza che Allan potesse in qualche modo diventare pericoloso per la difesa genoana? Ecco quello è stato l'unico punto negativo, di quelli che avrebbero potuto mandare a carte 48 una partita sino a quel momento giocata bene. Salterà il derby l'ex Juventus e sarà un'assenza pesante perché sino a quel momento Sturaro aveva messo in mostra voglia, grinta e capacità nell'andare a pizzicare le caviglie avversarie. 

Domenica sarà derby, il Genoa arriva a questa gara con un pizzico di tranquillità in più. Ma non bisognerà abbassare la guardia perchè dietro le avversarie corrono e il rischio zona pericolo, visto il calendario prossimo futuro, non è ancora stato eliminato totalmente.