The Day After: ce l'abbiamo fatta, finalmente!

 di Franco Avanzini articolo letto 612 volte

È la prima volta che il Genoa raggiunge gli ottavi di finale arrivandoci dopo i turni eliminatori. In precedenza infatti aveva giocato la gara del tabellone principale grazie alla posizione finale ottenuta nella stagione precedente. Felici tutti, dal tecnico Juric ai tifosi passando per lo staff rossoblu e per i giocatori ma quanta fatica.

Pareva infatti che la pratica Perugia fosse archiviata nel primo tempo con l'uno-due firmato Simeone e Pandev. Poi il black out della ripresa ha ridato vita ad una squadra, quella umbra, che ci ha messo anima e cuore ma che pur sempre formazione di Serie B è.

Ecco che sono uscite le magagne di una formazione che non ha nel Dna il fattore 'addormentare la gara'. Dieci minuti di apnea unita a qualche sbavatura di troppo hanno permesso agli umbri di recuperare lo svantaggio. Per fortuna le cose si sono aggiustate in tempo, prima di arrivare ai fatidici rigori.

Il Genoa è qualificato che è quello che conta ma certe leggerezze andranno eliminate al più presto. Tra le note liete merita ovviamente una citazione Goran Pandev. Una doppietta per lui non è cosa da tutti i giorni. Aveva segnato al Lecce nel terzo turno, lo ha fatto ora al Perugia. Chissà magari si ripeterà a Roma, casa Lazio dove potrebbe diventare il vero 'uomo di coppa' del Genoa.