The Day After, finalmente una vittoria

23.12.2018 09:00 di Franco Avanzini articolo letto 349 volte

Sarà un Buon Natale per il Genoa. Un successo arrivato meritatamente contro una squadra scorbutica che poteva mettere in difficoltà una armata che pareva annaspare, abbattuta non solo da proprie colpe ma anche da qualche decisione arbitrale non propriamente precisa nelle scorse domeniche. Il Var è ancora una volta intervenuto in maniera alquanto strana. Prima nell'assegnare un rigore al'Atalanta per un mani in area di Romero. Decisione, va detto, giusta perché il difensore genoano ha alzato il braccio toccando la sfera con l'arto. Il problema sta nel fatto che il direttore di gara aveva fatto proseguire l'azione salvo esser richiamato dall'arbitro preposto alla tecnologia. Vien quasi da pensare che il buon Doveri non contasse granché e che alla fine a decidere sia stato l'omino in cabina di regia.

Secondo episodio per un altro contatto in area tra Radu e un giocatore avversario. Questa volta il Var è risultato favorevole al Grifone non intervenendo nel dare il penalty. Ma resta la disparità di uso del Var: a Roma non si è praticamente mosso, a Genova ieri pomeriggio in due circostanze. Qualcosa da rivedere per il girone di ritorno ci sarà assolutamente.

Finalmente il Grifone ha portato a casa i tre punti, non capitava dalla trasferta di fine settembre in quel di Frosinone, era ancora il Genoa di Ballardini. Da quel momento solamente quattro punti raccolti, peggior bottino di tutta la Serie A. Mister Prandelli con la sua calma e pacatezza ha portato tranquillità anche all'interno dello spogliatoio. La squadra lo sta seguendo e i risultati cominciano ad arrivare. E poi, scusate se è poco, anche i cambi hanno avuto tutti un senso logico. Situazione, quest'ultima, che non si verificava in casa rossoblu da una eternità.

Certo non tutto è sistemato, la strada è ancora lunga e irta di problematiche soprattutto a causa di un girone di ritorno che vedrà i rossoblu impegnati contro le cosiddette "piccole" in trasferta con le sole eccezioni del Frosinone e del Cagliari, prossima avversaria. In casa invece arriveranno la maggior parte delle grandi contro le quali già strappare un pareggio sarà tanta manna. Ma non precorriamo i tempi e che si pensi da oggi alla gara di mercoledì contro il Cagliari alla Sardinia Arenas. Basilare sarà non perdere, anche un punto andrà bene per dar seguito alla gara di ieri contro la Dea. Sardi che invece cercheranno di strappare i tre punti in qualunque modo pur di allontanarsi dalla zona calda della graduatoria. 

Piatek e soci sono pronti a dare battaglia sul terreno isolano e la ritrovata tranquillità potrebbe dar loro una mano per portare a casa un risultato positivo. A proposito del bomber polacco: la Lega gli ha tolto il primo gol per una deviazione di un giocatore avversario. Eppure la sfera stava andando verso la porta e il tocco del giocatore dei lombardi non è parso tanto decisivo. E qui viene il sospetto che un genoano in alto tra i bomber e non il solito Cristiano Ronaldo non sia preso in maniera positiva dai vertici federali...