The Day After: sconfitta di misura? Qualche errore di troppo

26.10.2017 08:58 di Franco Avanzini articolo letto 380 volte

Perdere contro il Napoli ci sta. La squadra partenopea è di un altro pianeta; gioca il miglior calcio d'Europa e ha un giocatore (Mertens) che da solo vale il prezzo del biglietto. Se poi ci aggiungiamo Insigne in buon spolvero ecco che la quadratura si chiude imperiosamente.

Eppure il Genoa, per 80 minuti chiuso nella propria metà campo a subire il giro palla avversaria, qualcosada recirminare può averlo. In difesa non tutto è filato pe ril verso giusto e probabilmente l'elemento che più ha deluso è proprio colui che avrebbe, almeno sulla carta, potuto regalare maggiore tranquillità: Armando Izzo.

Dopo due gare tranquille, con prestazioni di buon valore, contro il "suo" Napoli ha fatto almeno un passo indietro. Troppi errori commessi in fase difensiva ma anche nei più semplici passaggi. Sicuramente una gara da camcellare al più presto, magari con una super prestazione domenica prossima a Ferrara.

In mezzo al campo la velocità davvero non è mai stata elevata sinché Bertolacci e Veloso sono rimasti entrambi in campo. Appena è stato inserito Omeonga però qualcosa è cambiato. La sfera girava più veloce e, forse complice anche una strafottenza partenopea che credeva di aver messo al sicuro il risultato con il doppio vantaggio, giungeva pure il gol che di fatto riapriva la partita. Il cambio con l'ingresso dell'ex Avellino forse andava fatto un po' prima.

In attacco poi la dimostrazione di come Lapadula e Galabinov siano di due pianeti differenti. Il primo è sicuramente non ancora al top della condizione ma ha avuto la palla del possibile pareggio finale mancato solamente per questione di centimetri; il primo invece è un gran lottatore, non tira mai indietro la gamba e il corpo ma, all'atto pratico, non trova mai la stoccata verso la porta di Reina.

Domenica prossima trasferta a Ferrara: ecco questa sarà una gara assolutamente da non sbagliare. Almeno un punto sarà da portare a casa dalla partita in Emilia Romagna. Taarabt (il migliore ieri sera) e soci dovranno affilare le armi per ripetere la gara di Cagliari sia nello spirito che nel risultato finale.