The Day After: si torna a sorridere

06.02.2018 08:45 di Franco Avanzini articolo letto 337 volte

Nessuno si aspettava un Genoa così. Solido dietro ma questo non è certamente una sorpresa e finalmente abile davanti a segnare due reti, vedersene annullare una a causa del Var e portare a casa tre punti di importanza superlativa per quanto riguarda la classifica. 

Il Grifone s'è desto. Il centrocampo rossoblu ha girato a dovere; Ballardini poi ci ha messo del suo con i cambi, tutti azzeccati. Soprattutto ha inserito un attaccante quando avrebbe, sull'1 a 1, inserire un uomo meno offensivo di Medeiros. Quel cambio ha spiazzato Inzaghi che non è riuscito a ribattere all'intuizione del collega opposto.

Questa volta oltre al Grifone anche il tecnico ha vinto il confronto a distanza con il laziale. Quest'ultimo non ha trovato gli uomini giusti per contrastare Hiljemark e soprattutto per chiudere al meglio le due fasce laterali dove Pereira e Laxalt hanno davvero spadroneggiato.

Pedro Pereira sulla destra ha disputato un'ottima gara, ha iniziato un po' timidamente ma piano piano ha preso fiducia e soprattutto non ha sbagliato praticamente nulla. Di buono anche le sue rimesse lunghe, atte a cercare la testa di qualcuno a centro area per la spizzata decisiva. Insomma il portoghese ha dimostrato di avere la testa giusta per fare bene col Genoa e tra l'altro ha praticamente cancellato dal campo un Lukaku molto fumoso.

Altri volti nuovi: Hiljemark è stata una sorpresa positiva anche se già lo si conosceva. In mezzo al campo la sua forza fisica si fa sentire e ha pure dimostrato come sia bravo nell'ultimo passaggio. Il cross al bacio per Laalt ne è stato il classico esempio. Medeiros ha piedi buoni e sicuramente è un giocatore sul quale si può scommettere per il futuro. Quanto a Bessa, pochi minuti in campo e subito la voglia di portare la palla dalla bandierina per difendere il vantaggio. Anche lui avrà kdo e maniera di mettersi in mostra.

In definitiva un successo che ha portato tranquillità maggiore alla truppa di Ballardini dopo due sconfitte consecutive. Adesso nuova trasferta, a Verona, contro il Chievo, match non semplice ma sicuramente la squadra vista stasera a Roma potrà certamente fare bene.