The day after: tra gioia e commozione

27.08.2018 08:59 di Franco Avanzini articolo letto 409 volte

Commozione ai massimi livelli al Ferraris ieri sera. 43 minuti da brividi, come da brividi é stato il lungo e potente coro a favore di Genova. Il calcio davvero è passato in secondo piano in questo caso.

Intanto sul prato verde il Genoa era già in vantaggio per 2 a 0. Merito di quella che potrebbe diventare la nuova coppia gol, Piatek-Kouamé, senza dimenticare ovviamente Favilli.

In gol vanno gli attaccanti ma se possono bucare Terracciano, il merito é tutto del capitano Criscito autore di due assist. Il ritorno del figliol prodigo è stato assolutamente positivo. Tanto ha imparato in Russia e proprio grazie alle sue esperienze europee ieri sera sul campo questo nuovo bagaglio lo si è visto tutto. La corsa non sarà più quella di un tempo, ma la sagacia tattica è migliorata notevolmente. 

Adesso attendiamo il Grifone nella sua prima trasferta che porterà i rossoblu domenica sera contro il Sassuolo a Reggio Emilia. Dopo di che capiremo un po' meglio quale torneo dovremo attenderci dalla truppa di Ballardini. 

Semmai, come ha detto lo stesso capitano Criscito, la squadra dovrà imparare a migliorare nella ripresa, senza rischiare di permettere all'avversario di turno di riaprire la gara.