Ballardini: "Contenti di essere tornati a casa"

10.08.2018 16:36 di GianPiero Gallotti articolo letto 1061 volte

Prima conferenza stampa stagionale per il tecnico rossoblù Davide Ballardini che, nella sala stampa di Villa Rostan, ha così commentato la prima uscita ufficiale in Coppa Italia che attende il Grifone domani sera allo stadio Luigi Ferraris contro il Lecce:

 

Si comincia. Le chiacchiere lasceranno il posto ai contributi seri. Domani finalmente si faranno delle analisi su fatti oggettivi.

Romero, Sandro e Medeiros sono quelli che si allenano ancora a parte e non saranno dunque disponibili, oltre a Favilli che è squalificato.

Vedremo se far giocare un attaccante o un centrocampista in più, ma importante è che ci sia sempre equilibrio e qualità nelle due fasi di gioco.

Per fare strada in Coppa Italia ci vorrebbero regole diverse. Ad oggi è fatta per far arrivare in fondo le solite sei squadre e anche per fargli fare meno fatica possibile.

Il Genoa poi avrà difficoltà come le hanno tutte le altre, ma la regola favorisce quelle.

Noi comunque abbiamo il dovere e il piacere di cercare di arrivare più lontano possibile nella competizione.

Siamo contenti di essere tornati ad allenarci qui a casa nostra. È molto caldo, e questo influisce molto, ma abbiamo una squadra composta da ragazzi molto seri. Per loro il Genoa è importante. 

La rosa ad oggi  è completa. 

Sono andati via giocatori importanti, ma ne sono arrivati altri per i quali il Genoa è un sogno che si avvera.

È anche un privilegio per chi li allena vedere tanto entusiasmo.

Ci serve più qualità in fase di possesso, gestire meglio la palla e più aggressività in fase offensiva. Se vogliamo fare qualcosa di meglio rispetto alla stagione scorsa questi sono gli aspetti da migliorare.

Abbiamo preso Rolon, giocatore molto interessante, ma non credo abbia le caratteristiche del regista classico che ha Sandro.

La gara contro il Lecce servirà anche a testare la squadra in vista di Milano.

Il nostro desiderio è che ognuno di noi dia sempre il meglio di sé. 

 

Gip