Ballardini: "Sassuolo forte ed ambizioso"

01.09.2018 13:25 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

Si è conclusa da pochi minuti la consueta conferenza stampa pre gara di Davide Ballardini.

Il tecnico, che nel pomeriggio partirà insieme alla squadra alla volta di Reggio Emilia, si è così espresso davanti ai giornalisti presenti nella sala stampa di Villa Rostan a Pegli:

 

Favilli si è allenato ieri con la squadra.

Gunter ha fatto differenziato negli ultimi giorni. Oggi lo proveremo.

Romero e Sandro invece sono ancora indietro.

Non è facile giocare contro una squadra come il Sassuolo. Dovremo cercare di stare corti e prenderli con un centrocampista.

A noi come principi generali interessa dare profondità e con pochi passaggi essere pericolosi. Ci sono però  momenti che ci riesci e altri dove invece fai fatica.

Per domani mi aspetto una prestazione da squadra, con ordine, qualità e intensità. 

Con l'Empoli abbiamo giocato contro una squadra che gioca quasi a memoria, che si sentono forti e lo hanno dimostrato contro di noi. Il risultato per questo ci dà una grande soddisfazione.

Siamo contenti per quanto ottenuto, ma è nulla. Dobbiamo fare meglio.

Si percepisce la fiducia della tifoseria nei nostri confronti, e i giocatori lo meritano perché hanno il piacere di vestire questa maglia.

Detto questo la squadra della stagione scorsa aveva un cammino più o meno da Europa League. Quei ragazzi sono stati straordinari. Bello che ci sia tutta questo affetto per la squadra di quest'anno ma voglio ricordare i giocatori dell'anno scorso che sono stati straordinariamente bravi.

Lapadula è stato un giocatore di straordinaria importanza nella stagione scorsa. Non si risparmia mai, è attivo e positivo. Avercene come lui.

Piatek e Kouame sono molto bravi e disponibili nel gioco. Sono due ragazzi molto, molto interessanti, con qualità importanti.

Sottolineiamo però che per ora non hanno e non abbiamo fatto ancora nulla.

Nel Sassuolo sei o sette undicesimi negli anni sono sempre quelli. È una società molto forte, ambiziosa e che investe tanto. Nel panorama nostro sono un'eccezione. Non sono da considerare una squadra che fa fatica. Si colloca sempre intorno alla decima posizione.

Noi dovremo essere bravi ad avere sempre la parità numerica con gli attaccanti che tornino a dare una mano ed i difensori pronti ad avanzare.

Gip