Davide Nicola: "Dobbiamo ritrovare la nostra giusta identità"

24.01.2020 10:47 di Franco Avanzini   Vedi letture

Davide Nicola, tecnico del Genoa, ha parlato in conferenza stampa nella vigilia del match che vedrà impegnati i rossoblu a Firenze contro la Viola alle ore 18. Questi i concetti espressi dal mister rossoblu.

"L'obiettivo principale è trovare la nostra identità, urlarla a tutti. Nel secondo tempo contro la Roma la strada presa è stata quella giusta, dobbiamo continuare così. Il lavoro ha dato i suoi frutti. L'immagine finale è stata la più bella e ci ha fatto capire quanto sia facile avere dalla nostra parte la nostra gente. Dobbiamo proseguire così".

"Al termine della sfida contro la oma quell'urlo che ho fatto non voleva essere liberatorio ma è stata la dimostrazione di come siamo noi a coinvolgere gli altri, quelli che ci stanno intorno. Dobbiamo essere propositivi, continuare a tenere i tifosi dalla nostra parte. La squadra sta crescendo anche fisicamente. Domani dovremo proseguire sulla strada intrapresa nella ripresa contro i Capitolini".

"Eriksson è appena arrivato ma ci è piaciuto per quello che ha detto,per il discorso che ha fatto. Ecco, noi vogliamo gente così che abbia voglia di lottare, che abbia voglia di darci una mano. Abbiamo ancora un allenamento da fare ma quello che posso dire è che tutti saranno impegnati per il raggiungimento di questo obiettivo"

"La Fiorentina è una squadra che si è rinforzata, ha qualità e può raggiungere i risultati che si è prefissata ma noi dovremo costruire la nostra identità indipendentemente dall'avversario che settimanalmente incontriamo sia sotto il punto di vista del gioco che del coraggio",

"Goldaniga è un giocatore sul quale puntiamo e potrebbe essere impiegato; Behrami può essere utile perché in quello specifico reparto non siamo numerosi. Sta crescendo come gli altri ma ripeto solo al termine dell'allenamento odierno saprò chi potrà giocare e chi invece no. Zapata tornerà probabilmente con noi dalla prossima settimana".

"Vincere in trasferta è sempre importante ma dobbiamo innanzitutto raggiungere una nostra identità consolidata e forte. Solo così potremo ottenere dei successi sia in casa che fuori"