Gasperini: "Merito di tutti" Ventura: "Si é spenta la luce"

 di Franco Avanzini articolo letto 97 volte

Vittoria per il Genoa e morale alto per Gian Piero Gasperini che commenta cosí il 3 a 2 al Torino. "I nostri avversari sono partiti con grande velocitá. Poi il primo rigore ha cambiato la gara. Noi ci abbiamo creduto. Ci stava il penalty su Pandev con espulsione dell'avversario. Siamo stati sempre concentrati e bravi a crederci". Partita che lancia il Genoa in classifica. "Raramente si parla di questo. Il Genoa stasera ha messo sotto di sé alcune squadre. Sarebbe bello esaltare questa situazione". Pandev, Ansaldi e Izzo tra i migliori. Gasperini non ci sta: "Tutti hanno giocato bene. Ma questa squadra si allena sempre con costanza e i ragazzi mi seguono sempre". Dove potrá arrivare il Grifone? Il tecnico ha solo un obiettivo. "La salvezza é il mio obiettivo, punto. Ovviamente cercheremo di toglierci qualche soddisfazione da qui alla fine del torneo".  Da migliorare il rendimento esterno. "In casa mi pare stiamo andando bene. Fuori la situazione é diversa. Dopo Napoli avremo gare da cui potremo vedere di cambiare il trend negativo. Forse pure io dovró cambiare qualcosa".

Ventura non accampa scuse: "per oltre 20 minuti abbiamo proseguito a giocare come avevamo fatto domenica scorsa con la Lazio. Poi, subito il primo rigore, abbiamo spento la luce. Le distanze tra i reparti sono aumentate e quindi abbiamo preso un gol con palla in possesso del nostro portiere e un altro con un calcio da fermo. Purtoppo abbiamo sbagliato qualcosa nella seconda parte di sfida. In settimana ne parleremo"