Juric: "Che bella vittoria!". Allegri: "Tornati sulla terra"

 di Franco Avanzini articolo letto 955 volte

Evidente che l'euforia pervada l'ambiente rossoblù. Ivan Juric spiega: "Siamo contenti. È stata una bella gara. Siamo rimasti concentrati, tosti. Battere la squadra più forte d'Italia è una soddisfazione particolare". Il tecnico quindi analizza la sfida: "Abbiamo sofferto un po' nei primi 10 minuti del secondo tempo. Nessun rischio patito. Forse l'unico neo lo posso vedere quando è uscito Dani Alves. Per il resto abbiamo interpretato bene il resto della sfida pressando bene in mezzo al campo". Soddisfazione palese quando si parla dei singoli. "Hanno fatto tutti bene in generale. Li avevo visti bene anche prima della gara contro la Lazio. Poi sappiamo come era andata. Questa volta avevo qualche titubanza, invece tutto è andato bene. Complimenti a tutti". Ragazzi negli spogliatoi molto felici. "Erano ovviamente molto felici. Andare sul 3 a 0 e sfiorare il quarto gol nella ripresa contro la Juventus è stata davvero tanta roba". Giovedì la Tim Cup contro il Perugia. "Per noi è come la Champions League per la Juventus. Ci tengo a passare il turno. È importante per il Genoa in generale provare ad andare avanti". Una sconfitta pesante per mister Allegri: "Non abbiamo mai preso tre gol in 29 minuti. Basta vedere poi il tabellino dei falli fatti. Noi solo 8 e loro 25 a dimostrazione di come fossero aggressivi. Abbiamo preso il primo gol anche a causa di un nostro errore, e con Buffon che aveva compiuto 2 miracoli. Il Genoa è stato aggressivo, come ce lo aspettavamo. Noi meno. Di certo il campionato non è chiuso, e a maggio si faranno i conti. Di certo siamo tornati coi piedi per terra".