Juric: "Contento che ci sia un ambiente positivo"

 di GianPiero Gallotti articolo letto 750 volte

Allenamento pomeridiano oggi per la squadra di Mister Juric che, prima di dare il via alla seduta, ha tenuto la consueta conferenza pregara nella sala stampa di Villa Rostan.

Questi i concetti da lui espressi:

 

Le condizioni della squadra:

I ragazzi durante la settimana hanno lavorato bene, anche se mancavano i nazionali.

Direi che sono tutti in buone condizioni.

Probabilmente non rischieremo il solo Gentiletti.

In porta tornerà Perin.

La presenza di Edenilson e di Orbàn nella formazione di partenza è una delle opzioni che sto valutando, ma sulla squadra da schierare ho ancora molti dubbi.

Ninkovic lo devo ancora valutare. Ne viene da un infortunio e aveva scelto di curarsi a casa sua. Però ha sbagliato perchè è venuto qui da noi nelle condizioni fisiche con le quali un giocatore non si deve mai presentare. Ora lo voglio vedere dopo un mese di duro lavoro.

Biraschi invece lo conoscevo bene. E' un ragazzo di prospettiva, che potrà trovare tanto spazio.

Sono contento che intorno a noi ci sia un ambiente positivo. Questo è molto importante.

 

La Fiorentina:

Sousa è un ottimo allenatore. Mi piace come sa mettere la squadra in campo, con una sua identità.

Loro come rosa sono superiori a noi. Rispetto alla scorsa stagione hanno perso qualche giocatore ma sono arrivati dei giovani interessanti. Sono una squadra forte, per cui nel corso della gara di domani avremo certamente dei momenti di sofferenza.

L'importante per noi sarà quindi cercare di avere la stessa mentalità delle gare precedenti e in alcuni momenti del match riuscire a mettere in mostra uno spirito sbarazzino.

 

Il Genoa si appresta dunque ad affrontare la gara di domani contro i viola nell'inedita veste di capolista e fermamente deciso a cercare di mantenere questa posizione il più a lungo possibile.

Juric chiede quindi ai suoi ragazzi la massima concentrazione, perchè quella contro la Fiorentina non sarà certamente una gara facile ma bisognerà comunque provare a prendere i tre punti.

Il resto lo farà il pubblico del Ferraris, chiamato a raccolta per scatenare un inferno di tifo sugli spalti.

 

Gip