Prandelli: "Hiljemark e Sandro non saranno disponibili"

19.01.2019 13:57 di GianPiero Gallotti articolo letto 441 volte

Torna il campionato dopo la sosta e torna dunque a parlare in conferenza stampa pre gara il tecnico del Genoa Cesare Prandelli che, in vista del match di lunedì contro il Milan, così si è espresso nella sala stampa di Villa Rostan:

 

Col Milan partita importante e molto impegnativa. Mi aspetto coraggio e voglia. Sono curioso perché i ragazzi hanno lavorato davvero bene e abbiamo voglia di fare una buona partita.

Sono abituato a parlare di cose concrete. Oggi Piantek si è allenato. Se ci sarà ufficialità lo commenteremo. Ora pensiamo al Milan.

In attacco ci potrebbero essere Favilli o Pandev. Abbiamo provato varie soluzioni.

Voglio che i ragazzi vadano in campo tranquilli.

Zukanovic è un giocatore di esperienza, che trovo molto motivato. Ha voglia di dimostrare le proprie  qualità e abbiamo quindi deciso di tenerlo.

La gara alle 15.00 di lunedì è una sconfitta per tutti. 

Mi auguro di poter scendere in campo e trovare i nostri tifosi sempre vicini, perché noi lavoriamo per la gente. Capisco contestazione ed amarezza, però queste sono situazioni determinate e spero che i miei giocatori non saranno condizionati.

Hiljemark e Sandro non saranno disponibili.

Il Milan ha un organico importante, quindi mi aspetto una squadra super motivata e vogliosa come noi di portare a casa i punti. 

Per me la difficoltà sarà soprattutto nei primi 15 minuti. Dovremo cercare di restare sempre in gara.

Ho una grande stima di Gattuso, grande allenatore e persona molto umile.

Noi dobbiamo convincerci di essere una squadra che ha idee, coraggio, esuberanza e voglia di fare la gara.

Kouame è un giocatore con una base straordinaria, ma non sa ancora quale sia la strada per arrivare ad essere un grandissimo giocatore. Ha la possibilità di crescere ancora.

Veloso l'ho visto molto bene, motivato e determinato. È un giocatore ritrovato.

Per il modulo e la formazione mi prendo ancora un giorno di tempo per pensarci.

 

Gip