Genoa equilibri instabili

21.09.2019 17:34 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

C’è qualcosa di strano sotto la Lanterna. Non si riesce nell’intento di stare un po’ tranquilli, mai. Come tifosi ci mettiamo del nostro passando dall’esaltazione allo scoramento senza passare dal via alla velocità della luce.

Ieri sera però allenatore e calciatori hanno collaborato per propinarci un secondo tempo orribile. 

Ci sono molti, troppi perché. Shone calciatore di livello pazzesco (guardate i suoi movimenti, rende semplice ogni cosa) parte in una posizione a lui poco congeniale, poi al suo fianco calca il terreno di gioco Radovanovic che, pur migliorato, è troppo lento e non aiuta la squadra a salire e lo stesso Shone quindi fatica. Dietro c’è Zapata che scarso non è, ma due errori minimo li fa sempre. Gli altri ieri qualcosina hanno fatto perché il primo tempo è stato discreto con alcune occasioni da rete è un rigore negato. Però se non la butti dentro e l’arbitro non fischia recriminare non serve. 

Nel secondo tempo invece tutti in bambola e senza la gamba cattiva. Certo, anche sfortuna, però non puoi lasciare Simeone da solo a colpire di testa. Errore di posizione pacchiano. Favilli è un calciatore in questo momento pronto per le figurine e stop ma ha doti, e le dimostrerà. Va aspettato. C’è poi anche il tanto vituperato Kuame, e meno male diciamo noi. Sbaglia molto, si incasina, ma per ora davanti il Grifone è lui.

Andreazzoli sta cercando di insegnare in suo calcio, non è facile. Ci vorrà tempo. Adesso aspettiamo con il sangue algli occhi  il Bologna .... 

Dai Genoa

Redazione Genoa News 1893