Inzaghi: "Ottima gara contro una squadra in salute"

23.02.2020 15:38 di GianPiero Gallotti   Vedi letture
Fonte: TMW

Queste le parole di Simone Inzaghi ai microfoni di Dazn dopo la vittoria della Lazio contro il Genoa per 2 - 3:

"Sapevamo che qui le partite non sono mai semplici, ma abbiamo fatto un'ottima gara contro una squadra in salute. In alcune occasioni dovevamo essere piu lucidi. Sul rigore alla fine abbiamo po' sofferto, quei cinque minuti sono stati un po' lunghi ma sulla vittoria della Lazio credo non ci sia nulla da dire.

Penso a Cataldi, Marusic e Vavro soprattutto: è un ragazzo che viene da un altro campionato, è un ottimo giocatore e si sta inserendo nel migliore di modi Ha davanti Acerbi che non salta mai un allenamento, oggi è successo e lui si è fatto trovare pronto. Per un allenatore è importante vedere che giocatori che non giocano sempre siano tra i migliori in campo.

Acerbi? Ha avuto un problemino giovedì durante l'allenamento, è stato a riposo venerdì e sabato, sembrava potesse giocare poi sul finire del riscaldamento il muscolo del polpaccio era affaticato. Avrebbe voluto giocare ma abbiamo preferito non correre rischi. Ora torneremo a Roma e farà gli accertamenti del caso.

Marusic è una grande opzione che non abbiamo avuto per due mesi. Non avendo Lulic ora abbiamo Marusic, che dà qualche centimetro in più , ma aldilà di questo si allena bene e si sta ritagliando il giusto spazio.

Penso che alla base di tutto ci sia il sacrificio di tutta la squadra, penso a Correa, Caicedo e Immobile. Milinkovic e Luis Alberto fanno molto sia  a livello di quantità che qualità.

Avevamo detto che potevano giocare tutti i giocatori insieme se tutti aiutavano e lo stanno facendo.

Nel primo tempo abbiamo fatto un’ottima mezzora poi ci siamo abbassati un po’ probabilmente per merito del Genoa.

Ho detto che bisognava cercare il secondo gol con ferocia perchè lo scorso anno da zero a uno abbiamo perso e il passato ci serve per l’esperienza.

A Cataldi ho fatto i complimenti per il gol e gli ho detto di tenere la posizione. Al compleanno di Immobile mi ha imitato benissimo e l’ho conosciuto in una versione che non conoscevo, mentre i ragazzi lo sapevano già”.