Preziosi: "Entro settimana prossima il nuovo Advisor"

 di GianPiero Gallotti articolo letto 792 volte

Intervista esclusiva per Pinuccio Brenzini al Presidente del Genoa Enrico Preziosi che ai microfoni di Telenord ha affrontato alcune importanti tematiche legate alla Società rossoblù.

Questi i concetti da lui espressi:

 

E' un momento difficile, forse il peggiore da dopo Genoa - Venezia perchè allora la tifoseria era compatta e unita.

Quindi è un momento che fa riflettere.

Per quanto riguarda la squadra c'è anche un pizzico di sfortuna e un pizzico di inesperienza da parte del Mister. Sul piano del gioco non ha sicuramente convinto totalmente, ma penso che questa sia una squadra in crescita.

Stiamo comunque lavorando e dialogando col Mister per migliorare la situazione. Supereremo anche questo.

Ho dato fiducia a Juric perchè è un allenatore che ha delle idee di gioco e che lavora tantissimo sul campo. Ha un po' di inesperienza ma è intelligente e dagli errori saprà trovare le soluzioni adeguate per dare un gioco. La squadra è con lui.

Sono sempre presente, per quanto riguarda il dialogo, con Donatelli e con Juric.

Non abbiamo finito bene la trattativa con Sri Group, anche se continuiamo ad essere in contatto. E' però evidente che l'emotività gioca brutti scherzi. Non siamo riusciti a concludere, e di questo sono rimasto deluso. O forse lo siamo stati reciprocamente. Posso però dire che non c'erano i presupposti per fare un'operazione del genere.

La riservatezza senza conseguenze reciproche si può anche bypassare. Io so che l'offerta di Gallazzi era per me irragionevole. Non la potevo accettare. E sto parlando della situazione del Genoa e non delle mie tasche. Se gli avvocati si mettono d'accordo per spiegare cosa è successo a me andrebbe bene.

Ho deciso di vendere la Società perchè non riesco più a sopportare le storture di questo sistema.

Non capisco tutto questo accanimento. A un Presidente che può aver sbagliato (e l'unico errore mio è stato quello della gestione della Licenza Uefa, per il quale mi sono scusato) vengono indirizzati insulti di ogni tipo. ma io ho fatto veramente tanto per il Genoa, anche se la gente non lo capisce o non lo vuole capire.

Ci sono comunque altre alternative per la cessione che stiamo valutando e portando avanti. Vedremo.

Se avessi saputo che in qualche maniera avrei dovuto continuare a gestire il Genoa avrei già preso una figura di Direttore Generale. Ma non potevo assumere una persona di questo livello con un possibile cambio in corsa.

Ieri sera ho comunque fatto l'accordo con un nuovo Direttore Generale, che sarà il Dott. Perinetti.

E' una persona che ha trent'anni di esperienza sulle spalle. Faremo un accordo triennale. Capisce di calcio, è una persona affidabile e serena e sono sicuro che anche a Genova farà bene il suo lavoro. Credo che già lunedì sarà da noi a lavorare.

Io non vengo allo stadio perchè credo che i poliziotti debbano fare il lavoro che devono fare, cioè arrestare i delinquenti, e non quello di dover dare protezione al sottoscritto.

Chi parla di bilanci gonfiati è gente in malafede. Si fa presto a inventare cose, ma nel bilancio del Genoa non c'è niente di nascosto. Tutto quello che c'è è in trasparenza e ora mi sono rotto le scatole di chi parla in negativo dei nostri bilanci.

Invito quindi i Club a nominare tre genoani che capiscano di bilanci a venire ai Consigli d'Amministrazione per capire come funziona e partecipare alla vita dell'azienda per poi poter comunicare agli altri.

La prossima volta che uno dice che faccio i soldi alla spalle del Genoa lo denuncio. Sono cose stupide e false. Ora basta.

Purtroppo i social sono deleteri, perchè a tutti è consentito di dire cazzate, anche se uno non sa i fatti.

Quindi vorrei tre genoani, magari uno eletto dalla Nord, uno dalla Sud e uno dai distinti in modo tale che sia una cosa trasparente per tutti e mettere così la parola fine a queste storie.

Io mi impegno a cercare di vendere la Società, ed entro la settimana prossima ufficializzeremo il nuovo Advisor incaricato di cederla.

Sono preoccupato perchè non arrivano i risultati, sereno se guardo la rosa. Non posso pensare che questa squadra debba lottare per la salvezza. Purtroppo in questo momento ci gira tutto male fra sfortuna, errori, infortuni e squalifiche.

Ma ne verremo fuori, perchè ci sono dei valori.

Voglio dire che Preziosi è una storia che sta per finire. Quindi lasciatelo stare e pensate a tifare per il Genoa. Quando non sarò più Presidente a qualcuno dispiacerà, altri saranno contenti, ma ora è il momento di pensare alla squadra. Per la Società datemi il tempo di uscire. Il Milan ci ha impiegato due anni. Io non voglio metterci tanto tempo, ma un po' ci vuole.

 

Gip