Manuel Milinkovic: la scheda

14.06.2016 10:06 di Mirko Auteri articolo letto 3908 volte

Arrivato al Genoa per volere del ds Sean Sogliano nel corso dell’ultimo mercato invernale dopo essersi svincolato dalla Salernitana, Manuel David Milinkovic tornerà in rossoblù dopo il prestito semestrale in Serie B alla Virtus Lanciano, società con la quale ha messo insieme soli 109’ in sette apparizioni dopo le 9 in maglia granata raccolte nella prima parte di stagione.

Esterno offensivo, Milinkovic è dotato di un ottima tecnica e di un grande talento che però a volte spreca in una ricerca quasi maniacale del dribbling. Classe 1994 di passaporto serbo, Milinkovic nasce in Francia dove inizia a giocare nelle giovanili del Cannes. Nel dicembre 2011 si trasferisce nella terra paterna e passa nelle giovanili della Stella Rossa senza mai però raggiungere la prima squadra. L’anno successivo viene infatti ceduto al FK BASK Belgrado, club di seconda serie, dove mette in mostra le sue qualità attirando le attenzioni di diversi club esteri tra i quali Cagliari, Roma e Frosinone. Nonostante i diversi provini svolti con i club del Bel Paese, solo nel  gennaio 2015 Milinkovic riesce sbarcare nel nostro paese convincendo la Ternana a tesserarlo. Il giocatore però si dimostra ancora troppo acerbo, e nei suoi sei mesi in rossoverde le presenze saranno solo 3. Il poco spazio concessogli da Attilio Tesser spinge il giocatore a chiedere lo svincolo per provare a trovare una squadra che gli conceda maggiore spazio e occasioni per tentare il definitivo salto di qualità.

Nel settembre 2015 arriva l’offerta della Salernitana ma, nonostante il buon inizio, Milinkovic  non riesce a convincere delle proprie qualità l’allenatore granata, l’ex rossoblù Vincenzo Torrente, che gli concede invece solo pochi scampoli di partita. Il giocatore decide quindi di rescindere nuovamente il contratto e per lui, forse inaspettatamente, arriva l’offerta del Genoa e la nuova occasione in Serie B con la Virtus Lanciano.

Nonostante le buone potenzialità messe in mostra, al momento Milinkovic non pare avere ancora compiuto il necessario salto di qualità per imporsi a buoni livelli. Il ruolo da comprimario, se non da proprio desaparecido, ricoperto in maglia rossonera difficilmente gli apriranno le porte della massima serie con la maglia rossoblù. È invece probabile immaginare che il Genoa proverà a girare altrove il giocatore, magari a titolo definito. Sempre che nel frattempo Milinkovic non decida di rescindere il contratto….