L'avversario di turno l'Atalanta: una macchina "quasi" perfetta

14.05.2021 11:56 di Franco Avanzini   Vedi letture

L'Atalanta non vuole fermarsi, vuole continuare a stupire e vuole soprattutto mantenere la seconda piazza sino al termine della stagione. Poi il prossimo anno si vedrà: c'è pure qualche giocatore che vuole puntare a lottare per lo "Scudetto" ma intanto la favola della Dea, che più tanto favola non è, prosegue. Un tecnico come Gian Piero Gasperini che la fa giocare praticamente a memoria sfruttando tutta la rosa con elementi, anche panchinari, che entrano e sanno rendersi subito protagonisti. Un allenatore che, come a Genova, ha saputo subito farsi apprezzare dalla piazza orobica. I tifosi stravedono per lui e lui li ripaga mandando in campo una squadra che regala sorrisi a tutti, ai propri sostenitori ma pure ai tifosi neutrali. 

Parlavamo dei giocatori della panchina che sanno sempre come comportarsi in campo. Un classico esempio è Muriel. Il colombiano non parte quasi mai dal primo minuto ma quando entra sa sempre spezzare la gara regalando la sua velocità alla compagine nero-azzurra e soprattutto facendosi sempre trovare pronto sotto porta. Non per niente è uno di quegli elementi più importanti da subentrato. Ben 22 le reti realizzate sinora.

In attacco se c'è il "velocista", ci sta pure il giocatore di "peso". E' Duvan Zapata che ha realizzato 14 reti, bravo nel concludere verso la porta avversaria sfruttando la prestanza fisica ma anche intelligente a creare gli spazi per i compagni. Sì, perché l'Atalanta è un complesso rodato, da qualche stagione, che manda in porta tantissimi elementi: Pasalic, de Roon, Gosens e via dicendo. 

Probabilmente il giocatore che sembrerebbe un pochino in declino è Josip Ilicic. Lo sloveno tecnicamente non ha eguali ma in questa annata non tutto è girato per il verso giusto e talvolta mister Gasperini ha preferito tenerlo in panchina salvo utilizzarlo anche solamente per non troppi minuti. La Dea è davvero un gran bel complesso e il suo gioco arioso la porta spesso ad arrivare a concludere a rete. Non si ferma mai, cerca sempre, in vero stile inglese, la via del gol non fermandosi mai. 

A parte il tecnico Gasperini, l'ex di turno è Cristian Romero che di fatto in Italia è stato lanciato dal Genoa. Sono state 57 le presenze complessive con tre reti all'attivo. Un puntero difensivo che sta migliorando di anno in anno e che Gasp sta davvero plasmando al meglio.