The Day After, i cambi quasi salvano il Genoa, il primo tempo no

03.05.2021 10:00 di Franco Avanzini   vedi letture

Errori individuali, errori da non commettere ma che in questo ultimo periodo arrivano condannando il Genoa alla sconfitta. A Roma contro la Lazio per mezz'ora le cose stavano andando bene, od almeno il risultato era fissato sul nulla di fatto. Perin aveva compiuto già almeno tre interventi importanti e il muro rossoblu pareva tenere nonostante gli attacchi dei bianco-celesti. Grifone non pervenuto in attacco ma che almeno con due linee più o meno precise tenevano difensori e centrocampisti corti non permettendo agli avversari di penetrarvi salve che in rare eccezioni.

Poi arrivava il gollonzo di Correa. L'attaccante veniva di fatto colpito dal pallone e di qui finiva in fondo al sacco. Radovanovic aveva il demerito di mandargli addosso la sfera con un rinvio davvero impresentabile. Un errore può starci, due meno. Poco dopo però il difensore tratteneva per una mano Immobile, l'attaccante nulla faceva per rimanere in piede ed ecco che il penalty era perfettamente confezionato. 

E' un periodo così: Radovanovic non riesce più ad essere preciso ed attento come un po' di tempo fa. Probabilmente la stanchezza si fa sentire e avrebbe bisogno di un po' di ulteriore riposo. Nella ripresa, con la sua uscita, qualcosa è cambiato migliorando il Grifone che andava sotto in altre due circostanze salvo riuscire a rimediare parzialmente con il duo Scamacca-Shomurodov. 

A proposito: per la seconda gara consecutiva entrambi vanno a rete. Forse al momento è questa la coppia migliore per regalare i punti salvezza al Grifone a partire dalla prossima gara interna contro il Sassuolo (ancora di domenica ed ancora alle ore 12.30). Il tecnico Ballardini alla fine della sfida ha parlato di errori individuali che possono essere cancellati. Tutto giusto, il lavoro alla fine paga e la squadra comunque non molla mai. Negli ultimi dieci minuti è riuscita a segnare due reti e a metter paura ai più quotati avversari. Un po' come era accaduto a Milano quando, contro il Milan, due conclusione consecutive erano state deviate sulla linea dai difensori rossoneri. Questo è sicuramente una bella cosa per il Genoa, la voglia di recuperare e mai di abbattersi. Il problema semmai è che non bisognerebbe regalare agli avversari parte di un tempo o tutto un tempo. Un maggior equilibrio sarebbe importante e soprattutto non comporterebbe il fatto di dover recuperare il punteggio.