Ballardini: "L'Empoli non è una sorpresa; dovremo giocare da squadra "

04.11.2021 10:40 di Franco Avanzini   vedi letture

Trasferta delicata domani per il Genoa al Castellani di Empoli con fischio di inizio alle ore 20.45. Il pareggio contro il Venezia ha lasciato un po' di amaro in bocca ed ora arriva questa partita in Toscana contro una formazione, allenata dall'ex tecnico del Grifone Aureli Andreazzoli, che sta facendo bene in questa prima parte di torneo. Sulla situazione in casa rossoblu ha parlato, a Genoa Channel, il tecnico Davide Ballardini: "Intanto siamo consapevoli di avare fatta una buona gara contro il Venezia e siamo dispiaciuti perché meritavamo di vincere. C'è la consapevolezza che la squadra si sta formando e questo ci da fiducia per le prossime partite".

Empoli che conquista molti punti lontano dal Castellani, una sorpresa in questo torneo? "Non mi sorprende perché l'Empoli ha fatto belle gare, hanno meritato, è una squadra che si è consolidata nel tempo. Hanno preso giocatori utili per la loro idea". Il tecnico quindi parla dell'assenza del bomber Destro, il tutto prima della rifinitura, delle convocazioni e della partenza per la Toscana: "Cercheremo di giocare da squadra, coi giocatori che avremo a disposizione, di mettere in difficoltà gli avversari sapendo che abbiamo giocatori che non hanno le caratteristiche di Destro"

Otto punti in undici gare con il tecnico che aveva già detto che occorreva dare di più in campo da parte di tutti: "Ogni volta perdiamo giocatori per infortuni. E' difficile trovare una squadra. Le difficoltà però ti aiutano ad essere più forti ed a crescere". Segnali che devono arrivare dai giocatori: "Certamente si. Abbiamo sempre sottolineato che come serietà ed impegno non siano mai mancati. Senza Destro però dovremo cercare di superare  anche questa difficoltà".

Meglio le riprese dei primi tempi nei quali: "Nell'ultima gara siamo stati bravi e ordinati anche nel primo tempo. Abbiamo dominato contro il Venezia. Non siamo stati compatti invece nelle altre gare per tutti i novanta minuti".