Ballardini: "SuperLega? Non è il calcio che sognavo da bambino"

20.04.2021 14:22 di Franco Avanzini   vedi letture
Fonte: genoa channel

Il tecnico del Genoa Davide Ballardini ha parlato a Genoa Channel, il canale ufficiale della società rossoblu, presentando il prossimo match contro il Benevento che si giocherà domani sera alle ore 20.45 allo stadio Luigi Ferraris. E sarà la prima di due sfide casalinghe importantissime nella lotta salvezza, sabato alle ore 15 infatti arriverà lo Spezia: "Col Benevento partita molto importante ma non è che se fai o non fai bene si decide tutto domani sera. Dovremo farla solamente il meglio di noi stessi".

Torna Zappacosta tra i convocati? "Zappacosta si è allenato con la squadra e domattina lo valuteremo. Le ultime valutazione le faremo domattina". Le condizioni della squadra quali sono? "Il Genoa sta bene ed è pronto per fare una buona gara".

Si riparte da una bella prestazione del Meazza dove però è arrivata una sconfitta: "A Milano il Genoa ha fatto una buona partita, giocando alla pari contro una grande e questo è quello che ti porti via ma domani sera sarà un'altra gara". Sul Benevento il tecnico genoano dice: "Il Benevento è forte; ha una idea chiara di come si deve stare in campo. Stanno facendo un buonissimo campionato e hanno giocatori di qualità che stanno dimostrando tutto il loro valore. Hanno fatto anche grandi risultati e sarà una gara molto equilibrata. Noi dovremo essere bravissimi nel competere con loro".

Tre gare in sette giorni ma tutta l'attenzione è sul progetto della Super Lega: "Io sono cresciuto con la passione del calcio, sognando di poter giocare contro i più bravi. Il calcio mi ha insegnato a stare al mondo. Il calcio è popolare, molto popolare; è merito, solidarietà, è un bene comune. Pensare che possa essere un bene solo per pochi che possano giocare qualcosa di importante in poche squadre, mi fa rabbrividire e non è lo sport che sin da bimbo ho amato"