Genoa, la presentazione a teatro della nuova formazione rossoblu

Festa grossa a teatro per il Genoa che viene presentato ai tifosi presenti in Austria a Neustift dove la squadra è in ritiro
13.07.2019 21:57 di Franco Avanzini   Vedi letture

Il Genoa 2019/2020 si presenta al suo pubblico a teatro a causa del clima inclemente. A Neustift, per la quattordicesima stagione non consecutiva, il Grifone si svela al proprio pubblico. Con la solita bravura del presentatore Andrea Carretti che da vero padrone di casa, porta alla conoscenza dei tifosi genoani tutta la squadra e lo staff tecnico. 

Aurelio Andreazzoli interviene subito sul palco spiegando che: "Cinquanta anni fa quasi ho vestito il rossoblu se guardo indietro ho un po' di rammarico per l'età, intendo". Quindi lo stesso tecnico ha presentato lo staff tecnico che collabora con lui. Staff tecnico che si mette in gioco con un aggettivo per il tecnico:. Eccoli: "Lavoratore, comunicativo, sensibile, maestro, amico, elegante e galantuomo". Tra gli obiettivi dell'allenatore quello più importante è certamente: "Riempire Marassi, riportare la gente allo stadio a seguire le gesta della squadra".

Quindi un video ha presentato la Kombat Pro del nuovo sponsor Kappa maglia ufficiale per la stagione prossima con Mimmo Criscito presente all'interno del cartone animato. E via alla chiamata per i giocatori. I primi a salire sul palco sono stati Rovella, Zennaro Pandev, Rizzo e Schafer. "Tanto pallone in allenamento, divertente, lavoriamo per un grande campionato" commenta il giocatore macedone. 

Tocca a Jandrei, Marchetti e Vodisek, i tre portieri del Grifone in attesa del titolare Ionut Radu che si aggregherà ai compagni nei prossimi giorni. Arrivano quindi gli attaccanti Pinamonti, Favilli, Sanabria, Kouamé e Gumus. Una domanda a tutti. Per Pinamonti l'idolo è stato: "Ibrahimovic"; per Sanabria "Ronaldo"; l'obiettivo per Favilli "Obiettivo riscattare lo scorso anno. Sensazioni positive in ritiro". Per Gumus la prima parola in italiano è stata: "Fratelli". Kouamé: "Tengo segreto il numero di gol che spero di fare a fine torneo".

Quindi arrivano ai nuovi Jaroszynski e Jagello con il primo che effettua un passo di rap di un brano polacco. Il secondo invece spiega: "Ho scelto il Genoa perché mi piace la città e la squadra". Ecco Biraschi, Barreca ed El Yamik. Biraschi commenta dal palco: "Ai giovani dico di impegnarsi sempre in allenamento perchè il lavoro paga sempre". Ecco Cassata, Ghiglione, Zukanovic e Lerager. Il ligure Cassata, di Sarzana: "Sono contento di essere qui". Al terzo ritiro austriaco Ghiglione: "E' un sogno essere qui per me".

Ultima tornata di giocatori formata da Hiljemark, Romulo, Radovanivic e Romero. Per lo svedese: "Dopo sei mesi difficili sono tornato"; Radovanovic commena: "Si fatica soprattutto la mattina senza palla". Infine Romero: "Devo migliorare ancora rispetto alla scorsa stagione". E qui cala il sipario sulla presentazione del Genoa 2019/2020.