il prossimo avversario, l'Atalanta: con il pensiero all'Europa

13.09.2019 10:14 di Franco Avanzini   Vedi letture

Annata strepitosa quella ultima passata per l'Atalanta e i suoi tifosi con l'approdo alla Champions League, un traguardo che probabilmente all'inizio della stagione 2018/2019 nessuno pensava potesse avverarsi. Ed invece così è stato. La febbre europea è già altissima a Bergamo. Mercoledì prossimo l'esordio nella manifestazione continentale ma prima il Genoa.

E già, Gian Piero Gasperini contro il suo passato seppure non più per la prima volta. Acqua sotto i ponti ne è passata e l'allenatore di Grugliasco ha già incrociato i colori rossoblu in alcune circostanze, peraltro quasi sempre vincenti ad eccezioni del'ultimo scontro genovese quando il Grifone si impose 3 a 1. Atalanta che non ha cambiato molto rispetto alla passata stagione e probabilmente questo sarà un punto di forza per la Dea che potrà contare su di un impianto già collaudato. 

Un solo ex presente nella squadra che dovrebbe scendere,a grandi linee, in campo a Marassi: Andrea Masiello. Difensore che però ha già castigato i liguri qualche stagione fa. Il trio d'attacco formato da Ilicic, Gomez e Zapata è di tutto rispetto. Il primo è il cervello, colui capace di invenzioni di primissimo piano; il secondo è il "piccoletto" di turno capace di veloci controffensive; il terzo, infine, il bomber, il finalizzatore ma anche il "cattivo" (sportivamente parlando) di turno. 

Atalanta pericolosa, probabilmente l'ostacolo più arduo di questo inizio di stagione genoano, ma che potrebbe anche avere la testa già rivolta alla prossima Champions League anche se, come tutti i genoani sanno, il tecnico Gasperini non accetta assolutamente pensieri a lunga gittata ma solamente alla prima partita utile per la sua squadra. Quindi antenne ben rizzate per non rischiare di mandare in Paradiso una Dea.