Ivan Juric: "Contro il Milan sarà dura ma nel derby abbiamo fatto bene"

 di Franco Avanzini articolo letto 679 volte

Si torna in campo già domani per il secondo turno infrasettimanale e per il Genoa ci sarà l'anticipo contro il Milan al Ferraris (fischio di inizio alle ore 20.45). Il tecnico Ivan Juric ha quindi parlato alla stampa. Tanti gli argomenti toccati, primo tra i quali l'ultimo derby della Lanterna.

“Per me il Genoa ha giocato la migliore gara a livello di gioco della stagione. Abbiamo creato tanto, preso due traverse, segnate due reti, una delle quali annullata e tante sono state le situazioni messe in mostra. Di negativo ho visto forse la fase difensiva in talune circostanze. Sulla seconda rete loro, abbiamo sbagliato un fallo laterale a nostro favore. E' mancata un po' di furbizia. Dispiace averlo perso giocando bene. Avrei certamente preferito fare una bruttissima gara portando però a casa i tre punti”.

Gol presi talvolta per una sistemazione in campo non adeguata. Juric si difende così: “Non mi sembra proprio. Sul primo gol non eravamo scoperti. Erano in due sul pallone. C'erano Rincon e Orban. Poi Burdisso è andato bene a contrastare. Forse dovevamo far meglio la diagonale. Poi bisogna dare anche merito a Muriel, giocatore capace di far cose pazzesche. Sul finire di gara era normale che concedessimo qualche contropiede. Alla fine però ho visto tanta roba da parte nostra, tante volte siamo entrati nella loro area di rigore. Credo che abbiamo giocato un ottimo calcio”.

Sull'accoppiata Pavoletti-Simeone, vista negli ultimi minuti di match contro la Samp, l'allenatore commenta: “Dobbiamo lavorare ancora sull'intesa ma è già abbastanza soddisfacente quanto hanno fatto”. Domani sera ci sarà Pavoletti? “Ha fatto solo un allenamento venerdì scorso con la squadra. In avanti giocherà Simeone”.

Uno dei giocatori più criticati nel derby è stato Orban. “L'ho visto migliorato nella fase di gioco, lo ha fatto con maggior scioltezza anche se ha faticato contro Muriel”. E Pandev? “Aveva anche fatto un gol. E' stata la terza segnatura regolare che non ci è stata data. Comunque Pandev è stato bravo nel tenere palla e far salire la squadra, meno nella fase decisiva, sotto porta”. Elemento in calo fisico invece Rincon. “Gioca in continuazione – ha proseguito Juric – Ha fatto vari viaggi intercontinentali. Sta alternando grandi prestazioni come contro l'Empoli ad altre un pochino meno. Ha grande volontà ma anche un po' di difficoltà a carattere fisico”. Altri elementi passati sotto la lente d'ingrandimento del mister genoano sono stati Ocampos e Ninkovic. “Ocampos a differenza di Pavoletti ha un po' la testa meno sgombra. Ha svolto solo un allenamento, oggi lo vedrò e capirò come stia. Ninkovic quando entra fa sempre bene. Difficile vederlo dall'inizio quando le squadre sono al massimo non so come reagirebbe a questa nuova situazione con i ritmi più elevati”.

Veniamo alla formazione, cambierà molto? “Qualcosa cambierò. Ho ancora qualche dubbio” Sul duo Edenilson-Lazovic. “Stanno facendo bene entrambi. Edenilson nel derby ha fatto una partita strepitosa e Lazovic prima ha sempre fatto bene ma anche di Laxalt sull'altro fronte non possiamo lamentarci”.

Prossimo avversario il Milan. “Non sarà una gara facile. Loro giocano in diverse maniere. Difendono anche a sei, l'ho visto fare contro Fiorentina e Juventus. Kucka arretrava infatti seguendo un avversario diretto sin nella propria area di rigore. Hanno però elementi validi in avanti come Suso, Niang e Bonaventura che sono tanta qualità per loro”.

Alla fine si cerca di carpire qualcosa in più sulla probabile formazione da mandare in campo domani sera. “Che dire. Edenilson gioca come Lazovic e Laxalt. Ho un dubbio in difesa poi Burdisso c'è, il resto pure”