Ivan Juric: "Non ci si puó piú muovere". Martusciello: "Punto guadagnato"

 di Franco Avanzini articolo letto 1499 volte

Ivan Juric arriva in sala stampa trafelato. Probabilmente se lo sarebbe anche evitato. "Sono fatto cosí. Gesticolo a casa, sul campo di allenamento, ovunque. Non posso stare fermo. Non ne sono capace. Mi dispiace molto esser stato allontanato. Ripeto, sono fatto cosí. Poi trovi il quarto uomo con cui scherzi anche e allora io mi tranquillizzo. Ma con altri meno".

Sulla prestazione della squadra. "Posso dire solo il meglio possibile. Non é facile giocare con l'uomo in meno per un'ora. Nonostante ció l'Empoli non ha mai fatto un tiro in porta e noi alla fine abbiamo pressato tanto mancando qualche occasione propizia". Sulla posizione di Ninkovic spiega: "Ha giocato da falso nueve. Ha fatto tutto quello che gli avevo chiesto. In fase difensiva doveva conttollare Josè Mauri. Ma anche Edenilson é andato bene".

Pensiero finale sul derby. "Loro ci pensano da ieri. Noi avremo fuori anche Lazovic che mi ha fatto arrabbiare molto. La rosa di questo Genoa peró é valida e sapremo ovviare alle assenze".

Sull'altro fonte Martusciello spiega: "È stato un punto guadagnato non due persi. Primo tempo equilibrato, condizionato dall'espulsione loro. Il Genoa ha avuto una reazione veemente. Abbiamo sofferto. Ma il punto arriva dopo 3 sconfitte consecutive e quindi ce lo teniamo stretto".