A tu per tu con Lino Marmorato

08.10.2016 17:23 di Lorenzo Semino articolo letto 860 volte

Clamoroso al Pio: Lino Marmorato presente al campo anche di Sabato! 

Doveroso iniziare con questa premessa l'intervista al commentatore rossoblù, che ha scelto di non mancare alla partitella in famiglia nonostante si trattasse del suo ormai famoso e rigoroso giorno di festa. 

"Ci poteva essere qualcosa di interessante in vista di Empoli, è la prima partita che Juric ha fatto in settimana, - spiega Marmorato, che sulle cose buone viste in partita aggiunge - Innanzitutto ho visto le solite combinazioni di gioco, il solito possesso ed intensità tipiche di un'amichevole, con qualche colpo più elevato. Le due cose da mettere in evidenza sono senz'altro la posizione di Ninkovic e la prestazione di Orbàn: il serbo ha giocato un tempo con i cosiddetti titolari sulla sinistra - facendo il Ninkovic - mentre nel secondo tempo Juric l’ha provato a centrocampo forse per fargli fare di fiato o per fargli prendere confidenza in un ruolo che non è suo. Altra cosa che si è vista e che mi è piaciuta in modo particolare è Orban, in via di recupero, che è intervenuto molto bene in anticipo sull’azione".

Sugli altri rossoblù in campo ha quindi aggiunto: "Izzo resta in forma eccezionale, ogni volta che esce dall’area di rigore crea superiorità. Edenilson sulla corsia di sinistra potrebbe essere la carta di Juric per la sfida contro l'Empoli, visto che Gakpe sembra starà fuori un mese e con Pandev ancora squalificato. Si potrebbe anche alzare Laxalt e mettere alle sue spalle Edenilson, il resto lo abbiamo visto in tutti gli altri allenamenti".

Infine un parere generale sulla squadra: "Il Genoa cerca sempre di trovare la profondità e lo spazio in ogni azione. Il futur, qui ci vuole il futuro, parlare di classifica dopo 6 partite è esagerato e va fatto dopo 15, ma visto che le prossime 6 sono di fatto in casa - il derby non si può considerare fuori casa - vediamo cosa succederà dopo 11-12 partite".

"Il Vecchio Balordo sembra essere sulla strada buona" ha concluso un Lino Marmorato sempre pimpante e sempre presente.