Fabrizio Pianetti: "La festa? Bellissima. Il Genoa? Ci divertiremo"

07.09.2016 15:58 di Franco Avanzini articolo letto 1295 volte

Fabrizio Pianetti, commentatore televisivo e volto noto ai tifosi del Genoa, ci racconta le sue impressioni sulla festa del Genoa che si è tenuta ieri sera presso la Fiera del Mare: “Intanto saluto tutti i lettori di Genoanews1893. Ieri sera sono stato alla kermesse del Genoa e devo davvero fare i complimenti a società, squadra e soprattutto ai tifosi perché è stata veramente una festa straordinaria. Mi è piaciuto il clima e mi è piaciuta l'atmosfera che si respirava. Mi è piaciuta anche la direzione tecnico e tattica dell'evento, compresa la parte culinaria. Mi sono divertito ed è stata una delle classiche feste in cui il tempo sembra volare”.

Che idea ti sei fatto sulle due madrine presenti alla festa?L'idea di avere avuto Ornella Muti e Naike Rivelli – prosegue Pianetti – è stata una cosa superlativa, fantastica. Gli stessi giovani presenti alla festa hanno spesso sottolineato la bellezza di una signora comunque di 63 anni. Tenete presente che la scena l'ha catalizzata più lei della figlia dimostrando come a livello nazionale sia la numero uno delle attrici nostrane”.

Sui presentatori così si esprime.Mi è piaciuta la strana coppia formata da Andrea Carretti e Marco Rinaldi. Voglio fare pubblicamente i complimenti a loro. La chiamo la strana coppia perché insieme a Marco Rinaldi spesso vediamo Andrea Possa. Eppure Carretti e Rinaldi sembrava lavorassero insieme da tempo. C'era un'affinità completa tra loro, Ornella Muti, i tifosi e la squadra. Mi sono piaciute le versioni a fumetto dei vari Perin e Pavoletti con la Muti”.

Altre performance della festa che ti è piaciuta? “Vorrei citare i Radio Gaga che sono stati molto bravi imitando i Queen. Quando hanno cantato Barcelona sono stati veramente bravi anche musicalmente. Sembrava un concerto vero”

Genoa-Fiorentina prossima gara. Ecco cosa ne pensa Fabrizio Pianetti. “Non metto il Genoa sotto la Fiorentina ma sullo stesso piano. Personalmente credo che a parte la Juventus, e il Napoli e la Roma, subito dopo loro tre vedo il Genoa, il Torino, la Sampdoria e un passo dietro vedo il Milan, l'Inter e tutte le altre. Quest'anno potrebbe esser un anno importante per fare qualcosa di divertente. Prima o poi infatti spero di sentire la musichetta della Champions League, magari di andare ai preliminari. Sarei già content di sentire quel motivetto, non mi importerebbe poi vincere ma già quello sarebbe una grande soddisfazione”.