Qatar 2022, il sushi giapponese meglio della birra tedesca, altra sorpresa

23.11.2022 15:59 di Franco Avanzini   vedi letture

Presenza numero 17 ai Mondiali per Manuel Neuer che raggiunge, tra gli altri, Zoff e Casillas e certamente potrà scalare la classifica e diventare, se la sua Germania andrà avanti, il numero uno con il maggior numero di presenze ad una manifestazione mondiale. Giappone che mette in ansia i difensori teutonici con la velocità, tanto che Maeda in gol ci va vedendoselo però annullare per fuorigioco. Manovrato il gioco dei panzer che tengono molto la palla senza trovare però lo spiraglio giusto.

Tanto possesso palla tedesco ma gioco lento e prevedibile. Giappone che tiene per oltre mezz'ora poi Gonda, portiere nipponico, atterra Raum e Gundogan dagli undici metri non sbaglia. Nipponici costretti a scoprirsi, partita sicuramente che diventa più piacevole. La diversità tra le due squadre è notevole, comanda la Germania, il Giappone aspetta e cerca di ripartire in velocità. La squadra di Flick segna pure il raddoppio con Havertz ma la rete, in pieno recupero, viene annullata per fuorigioco.

Cambia atteggiamento il Giappone alla ricerca del pareggio ma la Germania quando avanza riesce sempre a rendersi pericolosa. Di certo la gara migliora nella velocità d'azione delle due compagini. Giocare col fuoco non è mai bello, il rischio è quello di bruciarsi. Un po' quello che da metà ripresa fa la Germania anche se i tedeschi in almeno quattro circostanze vanno ad impensierire severamente Gonda. 

L'errore dei panzer è quello di prendere sotto gamba gli avversari ed un Dio del calcio che regala sempre emozioni. Ecco quindi il pareggio di Doan che regala l'emozione più grande ai tifosi del Sol Levante e ancora di più Asano quando realizza il raddoppio bruciando in velocità un avversario. E così il Mondiale 2022 regala un'altra favola, di quelle in cui il Davide Giappone abbatte Golia Germania.