Il buongiorno

09.04.2021 05:30 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

Venerdì 9 Aprile 2021

Il sole sorge alle 6,48 e tramonta alle 20,03

Il Santo del giorno:

Santa Maria Cleofe

Il meteo:

Sintesi:

Flussi meridionali porteranno coperture a partire dalle ore mattutine.

Dettaglio:

Mattinata caratterizzata da coperture alternate ad ampie schiarite.su gran parte della regione.

Decisamente meglio su Basso Piemonte.

Aumento della nuvolosità nelle ore pomeridiane con coperture maggiormente persistenti ma sempre in assenza di precipitazioni di rilievo. Poco nuvoloso sul basso Piemonte.

Temperature stazionarie.

Vento di moderata intensità dai quadranti meridionali

Mare mosso.

Temperatura minima:  7°

Temperatura massima:  13°

Tendenza per sabato:

Peggioramento del tempo con piogge ovunque, più intense sul centro levante ligure

(www.meteolanterna.net)

La frase del giorno:

Ecco che cos’era la vita, che cos’era l’esperienza, che cosa inseguivano coloro che andavano in cerca d’avventure, ecco a che cosa mirava l’arte: ritornare a casa propria, ai propri affetti, riprendere a vivere.

(Boris Pasternak - Poeta e scrittore russo, Premio Nobel per la Letteratura nel 1958 - Mosca, 10 febbraio 1890 – Peredelkino, 30 maggio 1960)

Un po' di buonumore  :-)  :

Due giovani amici si trovano a parlare della loro vita.
Uno dei due dice all'altro: "Sai sono molto combattuto... non so se sposare una bella ragazza di cui sono innamorato o la vedova riccona che ho conosciuto al mare. La prima è così bella, dolce, educata, ma proveniente da una famiglia modesta. Con la vedova sarei ricco in un attimo, e sai che grandi progetti ho per il futuro. Tu cosa mi consigli di fare?"
L'amico, sena neanche pensarci, risponde: "Io sposerei la ragazza, dopotutto l'amore è la cosa più importante della vita, l'unica che ti possa rendere felice".
"Grazie amico, mi hai convinto. Domani vado a casa della mia ragazza e le chiedo di sposarmi".
Il secondo allora si congratula per la bella notizia e poi gli dice: "Non aspettare, vai da lei subito. Prima però ti dispiace darmi il numero di telefono della vedova?"

Canzonando:

Quante volte ci sarà capitato di ascoltare una canzone distrattamente, apprezzandone la melodia ma senza soffermarci a riflettere sul testo.

A volte le canzoni sono semplicemente strofe orecchiabili senza particolari significati, ma molto spesso invece in una canzone si nascondono grandi emozioni e magari anche piccoli insegnamenti. O comunque qualcosa su cui riflettere.

Ci piace dunque pubblicare i testi di canzoni che hanno fatto la storia della musica, ma non solo. Se la cosa sarà di vostro gradimento ve ne proporremo quasi giornalmente anche altre, magari meno conosciute ma comunque meritevoli di attenzione.

A volte, leggendo solo il testo senza l'accompagnamento della musica, si possono cogliere sfumature di un brano che forse, pur conoscendolo, ci eravamo invece persi.

E magari è anche un'occasione per ricordare un brano dimenticato o per scoprirne uno mai conosciuto.

Se vi piace questo nostra piccola iniziativa magari fatecelo sapere lasciandoci un like o anche un commento sull'articolo nella nostra pagina Facebook. Ci farebbe piacere conoscere il vostro gradimento o meno su questa piccola nuova appendice che abbiamo deciso di inserire. Grazie.

Il brano che vi proponiamo oggi è una canzone autobiografica di Marco Masini, che alla sua pubblicazione scatenò notevoli polemiche.

Se volete potete poi anche ascoltarla cliccando sul titolo che trovate in fondo dopo il testo.

Buona lettura ... e buon ascolto.

Vaffanculo (Marco Masini - Dall'album "T'innamorerai" del 1993)

Se mi guardo nello specchio con il tempo che è passato
Sono solo un po' più ricco, più cattivo e più invecchiato
È l'amara confessione di un cantante di successo
Forse l'ultima occasione che ho di essere me stesso
Che ho di essere me stesso
Che ho di essere me stesso

Quando ho smesso di studiare per campare di illusioni
Sono stato il dispiacere di parenti e genitori
Ero uno di quei figli sognatori adolescenti
Che non vogliono consigli e rispondono fra i denti:
Vaffanculo
Vaffanculo

Ma la musica è cattiva, è una fossa di serpenti
E per uno che ci arriva, quanti sono i fallimenti
Mi diceva quella gente che si intende di canzoni:
Hai la faccia da perdente, mi dispiace non funzioni
Masini, vaffanculo
Masini, vaffanculo

Non importa se ho pianto e sofferto
Questa vita fa tutto da sé
Nella musica ho solo scoperto
Il bisogno d'amore che c'è

Chi lo sa che cosa è vero in un mondo di bugiardi
Non si può cantare il nero della rabbia coi miliardi
Siamo tutti conformisti travestiti da ribelli
Siamo lupi da interviste e i ragazzi sono agnelli

Che ti scrivono il dolore nelle lettere innocenti
E la loro religione è di credere ai cantanti
Ma li trovi una mattina con la foto sul giornale
In quell'ultima vetrina con la voglia di gridare al mondo:
Vaffanculo, vaffanculo
Vaffanculo, vaffanculo

Mi dimetto da falso poeta
Da profeta di questo fan club
Io non voglio insegnarvi la vita
Perché ognuno la impara da sé

Me ne andrò nel rumore dei fischi
Sarò io a liberarvi di me
Di quel pazzo che grida nei dischi
Il bisogno d'amore che c'è
Ora basta, io sto male
Non è giusto, vaffanculo

Nello specchio questa sera ho scoperto un altro volto
La mia anima è più vera della maschera che porto
Finalmente te lo dico con la mia disperazione:
Caro mio peggior nemico travestito da santone
Vaffanculo, vaffanculo
Vaffanculo

Buona giornata a tutti.

Gip