Esclusiva Genoanews1893: Onofri analizza il nuovo Genoa

01.09.2016 21:16 di Franco Avanzini articolo letto 2873 volte

Il mercato estivo è terminato e Claudio Onofri, ex giocatore del Genoa, commentatore a Sky e grande conoscitore del mondo rossoblu, fa le carte a come il Grifone sia uscito da questa sessione di compravendita. In generale Onofri ammette che: “Il Genoa ha operato bene sul mercato. Peccato che sia mancata all'ultimo la ciliegina sulla torta che poteva esser rappresentata da Hernanes. Questa volta però la colpa non è stata della dirigenza ligure ma dal mancato arrivo in Italia di Witsel. Ritengo il Grifone una squadra competitiva con il valore aggiunto rappresentato dal suo allenatore Ivan Juric. Sono certo che i rossoblu disputeranno un campionato tranquillo, togliendosi anche qualche bella soddisfazione lungo il cammino”. Un presidente Enrico Preziosi che per una volta non ha smantellato la squadra della scorsa stagione. “Si vede che economicamente le cose vadano sicuramente meglio. In effetti il suo atteggiamento è stato imprevedibile”.

Un tecnico Juric che potrà lavorare su pochi elementi nuovi. “Questo è molto importante per un tecnico neofito della categoria come Juric. Lavorare su una base già forte. Per lui sarà più semplice condurre il Genoa lungo questo campionato”.

Veniamo quindi a parlare degli ultimi arrivati. Onofri li presenta così:

Edenilson lo conosciamo già. E' stata una scelta azzeccata riportarlo a Genova. Lo scorso anno a Udine non è andato bene ma sono certo che saprà riscattarsi. Ocampos è un talento puro. Deve però migliorare soprattutto dopo il primo dribbling. Capire che non sempre può tirare in porta ma trovare un'altra soluzione di gioco. Veloso è un mix molto interessante sia a livello tecnico che tattico. Con Rincon e con il Rigoni che conosciamo può far bene. Su Gentiletti l'unico mio dubbio è la condizione fisica. Per il resto è sempre molto attento durante le varie fasi del gioco. Orban può giocare in vari ruoli e al Tigre è sceso in campo anche in una tre difensiva da centrale. Insomma un elemento polivalente per la retroguardia. Brivio sarà l'alter ego di Laxalt, corsa ma anche buon tiro. Simeone è giovane ma tecnicamente è molto valido. Ha i numeri giusti per far bene”.

Alla fine però Onofri torna sui giocatori rimasti al Genoa. “L'ossatura Pavoletti, Rincon e Burdisso è rimasta e questo è sicuramente un punto a favore del Grifone. Uno che segna, l'altro che fa legna in mezzo al campo e il terzo che comanda la difesa. Anche a livello di carisma sicuramente possono aiutare i compagni di squadra”. Claudio Onofri quindi si esprime così sul futuro del Genoa: “Sono molto ottimista. La società ha infatti operato benissimo in questo ultimo mercato”.